lunedì 5 marzo 2012
E' nato nel 1962 Riccardo Benci e nel 1976 aveva già bene in mente che cosa avrebbe fatto nella vita: il medico. E così è stato.

Venite a conoscere questo ragazzo, ora uomo, così determinato nel suo nuovissimo profilo Google Plus.

Il sogno di Riccardo Benci

La grandissima determinazione che lo ha caratterizzato fin da piccolissimo ha portato Riccardo Benci molto lontano, gli ha permesso di realizzare il suo sogno e di fare carriera.
Ha frequentato la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma dove ha conseguito la laurea che gli ha aperto la strada verso il suo più grande desiderio, la professione medica.
Ha mosso i primi passi lavorativi in Italia e ha vissuto nel Regno Unito per un periodo, durante il quale ha svolto la professione di medico e di docente di materie mediche.
Dopo di ché è tornato nel suo Paese d'origine per stare vicino ai suoi genitori ormai anziani ed è diventato medico di Medicina Generale a Ladispoli.

La storia Professionale di Riccardi Benci

Riccardo Benci su Google plus oneNel nuovo profilo social del medico romano, su Google Plus potete conoscere tutte le tappe della sua storia professionale italiana ed inglese e scoprire così il percorso che lo ha realizzato professionalmente.
Trovate numerose informazioni personali, che vi permetteranno di appassionarvi alla sua avvincente storia, nella sezione "Informazioni" del profilo.
Oltre che di materia medica, Riccardo Benci è appassionato anche di musica e di fotografia e proprio per questa sua ultima passione ha pubblicato sul suo profilo numerose immagini che ritraggono lui e le persone che fanno parte della sua vita.
 
Inoltre, nella sezione "+1" potrete trovare una raccolta di link e di fonti esterne consigliate dallo stesso Dott. Benci, come approfondimenti sulla sua carriera, sulle sue passioni, articoli che ha scritto e molto altro.
Vi aspettiamo sulla pagina del profilo per conoscere tutti i dettagli della vita di Riccardo Benci.

Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento