martedì 8 settembre 2015
La vita imprenditoriale di Adriano Zerla ha sempre avuto connotazioni di successo come anche quella sportiva costellata da vittorie nazionali e internazionali.

Adriano Zerla, dopo l'esperienza sportiva, non ha mai cessato di ricercare nuove frontiere imprenditoriali. Oltre ad aver aperto varie attività commerciali nella provincia di Brescia, si è dedicato allo sviluppo di impianti per la trasformazione delle biomasse.
adriano zerla

Dallo sport all'impresa, la carriera di Adriano Zerla


Nato nella provincia bresciana, cresciuto ai bordi della Malegno Borno, Adriano Zerla è sempre stata una persona di particolare spessore sportivo e imprenditoriale. Fin dall'infanzia la sua passione automobilistica ha determinato le sue scelte. In giovane età è diventato un automobilista di successo fino a diventare un professionista di fama internazionale affrontando scalate come la stessa Malegno Borno nel 2009 con una vittoria assoluta, quella dell'Alpe del Nevegal su circuiti nazionali o scalate su circuiti internazionali austriaci e portoghesi. In tutte le sue scelte, tra alti e bassi, Zerla è comunque riuscito ad arrivare alle ambite vittorie, cosa che si è verificata anche dal punto di vista imprenditoriale con le svariate attività che nel tempo è riuscito ad avviare.


Scelte imprenditoriali nell'ambito delle biomasse

In questi tempi dove l'attenzione alle diverse biotecnologie sta prendendo spazio nell'opinione pubblica, gli imprenditori accorti non possono non notare che il campo delle biomasse è terreno fertile per chi si sente in grado di rischiare e di affrontare nuove strategie di diversificazione delle scelte di investimento. L'evoluzione delle tecnologie di trasformazione degli scarti zootecnici e agricoli in carburante per riscaldamento e per le vetture hanno portato all'aumento degli impianti e delle reti di teleriscaldamento sul territorio italiano. In questo senso anche Adriano Zerla ha partecipato come investitore nella realizzazione di un impianto di biomasse nel lodigiano.
Per saperne di più visita il blog di Adriano Zerla

Articoli correlati per categorie