giovedì 5 novembre 2015
Crescita economica nazionale e dati sulla occupazione vanno di pari passo, secondo le opinioni espresse dal Centro studi Confindustria, all’interno del rapporto valutato da Cogefim S.r.l.

Il PIL in crescita: Cogefim S.r.l. si affida alle opinioni del CsC

L'attenzione di Cogefim S.r.l. per le sorti del comparto industriale italiano, si traduce in un profondo interesse per l'andamento economico del Paese in generale. Consultando l'ultimo rapporto stilato dal Centro studi Confindustria, la realtà aziendale viene a conoscenza delle opinioni relative alla crescita del Prodotto Interno Lordo Italiano, il quale è previsto in aumento dell'1% nel 2015 e addirittura dell'1,5% nel 2016. Differenti i fattori esterni che contribuiscono a tali risultati, quali l'abbassamento dei tassi di interesse ed il prezzo del petrolio a valori molto favorevoli, i quali non escludono però delle spinte economiche provenienti dall'interno, come dimostrano i dati che si riferiscono al tasso di occupazione: questo sembra aver tratto giovamento degli effetti del Jobs Act. La riforma del lavoro, insieme agli sgravi fiscali contributivi e all'abbassamento dell'Irap, condurrebbero imprese e famiglie ad una rinnovata fiducia nell'economia nazionale. Gli effetti osservati da Cogefim S.r.l. sono avvalorati dalle opinioni che riportano dati incoraggianti in merito ai consumi: si registra un aumento dello 0,9% relativamente al 2015 e si stima un incremento dell'1,5% nel corso del 2016.

La società di mediazione Cogefim S.r.l.

Cogefim Opinioni

Attiva in ambito di mediazione di natura aziendale, Cogefim valuta con attenzione l'andamento dell'economia su scala nazionale, per trarne conclusioni a livello di mercato. Operante nelle compravendite, nelle partnership, nelle operazioni di joint venture, di cessione e di rilievo aziendale, offre una elevata e proficua specializzazione tradotta nei nove reparti che compongono la società. Il suo approccio client-oriented, porta Cogefim ad offrire servizi di alta qualità, che sgravano i clienti da obblighi che siano di natura legale, tecnica o burocratica. Questi partono sempre da una valutazione dell'immobile che si riveli il più aderente possibile a quella che si rivela essere la realtà di mercato del momento, in modo da offrire un business plan che rispetti totalmente aspettative ed esigenze espresse dal cliente in fase negoziale. La fondamentale fase finale si riferisce alla scelta del potenziale acquirente, il quale viene sottoposto a severa valutazione al fine di verificarne reale disponibilità economica, serio interesse alla conclusione dell'affare, oltre ad una reputazione tale da non inficiare l'esito positivo della compravendita.
Ulteriori informazioni su Cogefim sul profilo professionale della società.

Articoli correlati per categorie