martedì 17 maggio 2016
L’Oréal si conferma una realtà in grande crescita. Cristina Scocchia, Amministratore Delegato del Gruppo: “La dimostrazione di un piano strategico funzionante, dal quale partire per la costruzione di un futuro ancora più roseo”.

Cristina Scocchia: la crescita di L'Oréal e gli investimenti nel retail

Cristina Scocchia, Amministratore Delegato di L'Oréal"Un 2015 molto positivo e di forte crescita": Cristina Scocchia, Amministratore Delegato di L'Oréal, commenta in questo modo l'anno appena conclusosi, soffermandosi in particolare sull'aumento del fatturato del Gruppo (+4,2%), un risultato di gran lunga superiore a quanto fatto registrare dal settore della cosmesi in Italia (+1%). Il piano strategico si è rivelato quindi adeguato e su questa importante base di partenza L'Oréal costruirà il suo futuro. Il retail è uno degli obiettivi principali: 70 boutique monomarca Nyx, brand californiano che si rivolge alle millenials, saranno aperte entro il prossimo triennio. Cristina Scocchia analizza anche il mutamento dei consumatori italiani, sottolineando come sia importante adeguarsi alle nuove esigenze del mercato, rendendo più esclusivi i prodotti di super lusso e più accessibili i marchi della grande distribuzione. Questo perché si sta verificando un cambiamento, con l'aumento in contemporanea dei super ricchi e della fascia più fragile della popolazione.

Cristina Scocchia e la strategia di diversificazione di L'Oréal

Il piano futuro di L'Oréal prevede anche una diversificazione della produzione, con l'ingresso in settori mai percorsi, come quello delle Spa di lusso e delle Spa mediche. Una strategia alla quale si accompagnerà l'investimento nel lancio di nuove linee per i marchi più popolari, ad esempio Ultradolce (lo shampoo più venduto in Italia a volume) diventerà anche una crema per il corpo, un bagno schiuma e un doccia schiuma. Cristina Scocchia chiude il suo intervento parlando della trasformazione digitale dell'azienda, passata attraverso la creazione di nuovi siti ed app, l'utilizzo dei Big data e il potenziamento dell'e-commerce, e illustrando gli obiettivi per il 2016. Un anno che dovrà essere percorso all'insegna del rafforzamento e del consolidamento dei risultati e in linea con la modernizzazione dell'organizzazione (smartwork).

Articoli correlati per categorie