mercoledì 30 novembre 2016
Dirigente del Ministero dell’Istruzione, Giovanna Boda presiede dal 2012 la Direzione Generale che si occupa di studenti, integrazione e partecipazione: una divisione importante per un corretto percorso formativo.

Giovanna Boda: formazione e percorso professionale

Giovanna BodaOriginaria della provincia di Alessandria (Casale Monferrato), Giovanna Boda si laurea in Psicologia dello Sviluppo all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Prosegue il percorso formativo con il conseguimento del Dottorato di Ricerca in Psicologia Sociale presso l'Università degli Studi di Padova. Entra a far parte del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel 1999, anno di inizio di una carriera che perdura ancora oggi. Nel 2001 assume l'incarico di consulente presso la Direzione Generale per lo Studente, di cui nel 2006 diviene dirigente amministrativo, occupandosi in questo contesto principalmente di politiche giovanili. Nel 2010 diviene dirigente amministrativo di seconda fascia, grazie al superamento del concorso pubblico indetto dal MIUR, entrando così effettivamente in ruolo e ricoprendo poi nell'anno 2011-2012 il ruolo di Direttore dell'Ufficio scolastico regionale per la regione Abruzzo. Nel 2012 Giovanna Boda viene nominata Direttore Generale della Direzione generale per lo studente, l'integrazione, la partecipazione e la comunicazione, incarico che ancora oggi ricopre.

Giovanna Boda e le competenze della Direzione Generale da lei presieduta

Articolata in cinque uffici dirigenziali non generali, la Direzione Generale per lo studente, l'integrazione e la partecipazione, diretta dal DG Giovanna Boda, ricopre numerosi ambiti di competenza all'interno del Ministero di riferimento. Concentrandosi principalmente sulla figura dello studente, tale organo è preposto al welfare dello stesso (come assicurare il diritto allo studio e l'erogazione di sussidi) così come alla diffusione di nuove tecnologie in ambito formativo. Tra le altre funzioni, si prende cura della sussistenza necessaria in casi di disabilità e gestisce l'integrazione di studenti provenienti da famiglie di immigrati, con relativo piano nazionale rivolto agli studenti e alle loro famiglie per la corretta partecipazione alla comunità scolastica, tenendo sempre presenti i rapporti con le associazioni degli studenti e con le autorità locali. Uno tra gli interventi più importanti della Direzione Generale presieduta da Giovanna Boda, riguarda le politiche sociali giovanili, focalizzandosi sul contrasto e particolarmente sulla prevenzione di fenomeni negativi come quello del bullismo diffuso nelle scuole, così come di situazioni di disagio giovanile. Concentrata sull'assicurare la continuità del percorso formativo, agisce anche per favorire il rapporto scuola-lavoro, organizzando su necessità iniziative istituzionali mirate.

Articoli correlati per categorie