mercoledì 6 febbraio 2019
Giornata della Memoria 2019: Nicolò Zanon, Ordinario di diritto costituzionale, prende parte alle iniziative dell’Università degli Studi di Milano.

Nicolò Zanon partecipa alle iniziative organizzate dall'Università degli Studi di Milano per onorare la Giornata della Memoria 2019.
Nicolò Zanon

Nicolò Zanon: la Statale celebra la Giornata della Memoria

Un'occasione importante per riflettere su ciò che è stato e far sì che non possa accadere più. È così che l'Università degli Studi di Milano ha deciso di celebrare la Giornata della Memoria 2019: alla presenza di Nicolò Zanon, Ordinario di diritto costituzionale, e di altri docenti dell'ateneo, di studenti e persone esterne interessate lo scorso 27 gennaio si sono tenuti diversi interessanti eventi: nella Sala Napoleonica un convegno sull'Italia fascista e le leggi razziali e in Aula Magna la proiezione del documentario Memoria di Ruggero Gabbai, oltre alla presentazione dei progetti sulla Memoria curati nell'ateneo. Il convegno di apertura, "L'Italia ai tempi del ventennio fascista tra storia, scienza e diritto: a ottant'anni dalla promulgazione delle leggi antiebraiche", ha visto la partecipazione di numerosi studiosi ed esperti. Tra questi anche Valerio Onida che ha tenuto una relazione sulle radici delle leggi razziali: oggi Professore emerito di diritto costituzionale presso l'Università degli Studi di Milano, tra il 2004 e il 2005 è stato Presidente emerito della Corte Costituzionale, all'interno della quale opera attualmente Nicolò Zanon. È intervenuta anche la Senatrice a Vita Liliana Segre, testimone e superstite delle atrocità dell'Olocausto.

Nicolò Zanon: esperienza formativa e professionale

Giurista e docente universitario, Nicolò Zanon è stato nominato nel 2017 Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Si è laureato in Giurisprudenza con una tesi in Diritto pubblico comparato presso l'Università degli Studi di Torino: ha poi conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Diritto comparato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Firenze. Tra il 1991 e il 1996 Ricercatore in Diritto costituzionale comparato presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Torino, ha all'attivo soggiorni di studio in Francia, presso il Groupe de recherches et études sur la justice constitutionnelle di Aix-en-Provence, e in Germania, presso l'Università di Bayreuth. Professore a contratto presso l'Università Bocconi di Milano, la sua attività accademica si estende anche all'Università Milano-Bicocca e all'Università degli Studi di Milano. Autore di diversi articoli per riviste giuridiche italiane e straniere, ha collaborato anche con "Il Sole 24 ore", "Il Giornale", "Libero". Nominato componente del "Gruppo di lavoro per la Riforma dello Statuto regionale" nel 1998, tra il 2009 e il 2010 è componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa. Nel luglio 2010 Nicolò Zanon viene eletto dal Parlamento riunito in seduta comune nel Consiglio Superiore della magistratura come Componente laico: ricoprirà l'incarico per i successivi quattro anni, fino alla nomina nella Corte Costituzionale.

Articoli correlati per categorie