martedì 9 aprile 2019
Nicolò Zanon: “La libertà di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione caratterizza gli ordinamenti liberali e li distingue da quelli che non lo sono”.

La libertà di pensiero è "la pietra angolare degli ordinamenti democratici": Nicolò Zanon, Giudice della Corte Costituzionale, ha partecipato all'iniziativa di Rai Scuola per informare i giovani sui temi fondamentali della Costituzione, sottolineando nel suo intervento l'importanza di poter manifestare le proprie idee.
Nicolò Zanon

Nicolò Zanon: l'intervento su Rai Scuola

Nicolò Zanon, Giudice della Corte Costituzionale, ha contribuito allo speciale di Rai Scuola "Le Parole della Costituzione": in onda sul canale 146 del digitale terrestre e su Rai Tre, l'intervento dell'esperto è disponibile anche sul sito di Rai Scuola. Il focus della riflessione è la libertà di pensiero, pietra angolare degli ordinamenti democratici e argomento sempre attuale nell'epoca dei social in cui stiamo vivendo. "La libertà di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione caratterizza gli ordinamenti liberali e li distingue da quelli che non lo sono", ha spiegato Nicolò Zanon. Dall'intervento traspare chiara la necessità di tutelare sempre la libertà di espressione, che deve dare a tutti le stesse opportunità di manifestare le proprie idee. Gli anni che stiamo vivendo sono dominati dallo scenario dei social: la diffusione del pensiero individuale non è più confinata solo alla stampa o alla televisione. "I social mettono a disposizione di chiunque la possibilità di intervenire sul mercato delle idee dicendo la propria opinione. Naturalmente questo ha delle controindicazioni, prevede aspetti critici, ma dovrebbe restare un punto fermo, anche nell'epoca dei social: contribuire ad accrescere il pluralismo delle informazioni e il libero mercato delle idee è pietra angolare dell'ordinamento democratico", ha concluso il Giudice.

Nicolò Zanon: l'esperienza professionale

Nicolò Zanon nasce a Torino nel 1961. Laureatosi in Giurisprudenza con una tesi in Diritto pubblico comparato, dal 1996 al 1997 è Assistente di Studio del Giudice costituzionale Prof. Valerio Onida e parallelamente comincia il suo percorso accademico come Professore a contratto di Istituzioni di diritto pubblico presso l'Università Bocconi di Milano. Insegna anche in altre prestigiose facoltà, come quella di Scienze Politiche dell'Università di Padova, quella di Giurisprudenza dell'Università Milano-Bicocca e quella di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano. Sono anni prolifici anche dal punto di vista della produzione scientifica, in particolare per quanto riguarda i temi legati alla posizione costituzionale dei parlamentari, alla giustizia costituzionale e alla tutela dei diritti fondamentali nell'ordinamento italiano e straniero. Nicolò Zanon ha pubblicato negli anni numerosi articoli su riviste giuridiche italiane e straniere e ha svolto il ruolo di editorialista per importanti quotidiani come "Il Sole 24 Ore", "Il Giornale" e "Libero". Attualmente ricopre la carica di giudice della Corte costituzionale su nomina del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ricevuta il 18 ottobre 2014. È Ordinario (fuori ruolo, in ragione della sua carica) di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano e, nel 2017, è stato insignito del titolo di Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

Articoli correlati per categorie