giovedì 9 maggio 2019
Le strutture monostelo presentano diversi vantaggi per l’ambiente e per il metodo di installazione: per questo Terna, guidata da Luigi Ferraris, ha iniziato a utilizzarle per rinnovare l’infrastruttura.

Con il lancio di concorsi internazionali e il supporto di architetti e designer, Terna è da sempre impegnata per rendere la propria infrastruttura integrata con l'ambiente circostante, riducendo l'impatto delle linee elettriche sul territorio. L'azienda guidata da Luigi Ferraris oggi incentiva l'utilizzo di strutture monostelo.

Terna

Terna: i vantaggi delle strutture monostelo

Come sottolineato nel Piano Strategico 2019-2023, l'impegno di Terna per la sostenibilità si riconferma anche per gli anni a venire. Tra le più recenti innovazioni vi è il rinnovo delle linee elettriche, che da qui ai prossimi 5 anni diventeranno meno invadenti e a ridotto impatto ambientale. La società guidata da Luigi Ferraris punta ad abbandonare il vecchio traliccio per cambiare drasticamente il volto dell'intera infrastruttura, utilizzando sostegni monostelo rispettosi dell'ambiente. Terna si serve inoltre delle conoscenze di architetti di fama internazionale per la progettazione di linee a maggiore integrazione nel paesaggio. I monostelo sono tralicci tubolari che permettono di ridurre di 15 volte l'area di territorio occupata dalle linee e l'ingombro al suolo dei sostegni. Si risparmia anche sul tempo impiegato per il montaggio, che è inferiore di circa 10 volte rispetto a quello impiegato tradizionalmente. Questi vantaggi sono già ben evidenti lungo l'elettrodotto Udine Ovest - Redipuglia, un tracciato lungo 40 chilometri e quasi interamente realizzato con monostelo.

Terna: i concorsi internazionali

La sostituzione dell'infrastruttura che attraversa tutta la penisola è iniziata già da tempo, come è sottolineato anche nell'ultimo rapporto di sostenibilità firmato dalla società guidata da Luigi Ferraris. La svolta verso una linea più sostenibile e meglio integrata nel territorio è iniziata nel 1999, con il lancio da parte di Terna del primo concorso internazionale "Sostegni per l'ambiente": l'obiettivo era quello di migliorare la situazione nelle campagne e nelle zone urbane per una interazione più armonica con l'ambiente circostante. Il vincitore del concorso, l'architetto e designer britannico Norman Foster, ha ideato per l'occasione dei pali dalla forma avveniristica, installati fin dal 2008 in Toscana. Il settore elettrico quindi, prevalentemente basato su una progettazione di tipo tecnico, si avvicina al design. Nel 2007 Terna lancia il concorso "I tralicci del futuro", dal quale nascono invece i tralicci a germoglio, ispirati alla forma delle piante e realizzati grazie all'alta tecnologia. I piloni installati tra Piemonte e Lombardia sono in grado di inclinarsi seguendo i movimenti del vento e dell'ambiente circostante.

Articoli correlati per categorie