mercoledì 8 aprile 2020
Dopo ruoli di grande responsabilità sia in Italia che all’estero, Vittorio Massone, esperto di innovazione digitale, è stato nominato Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione di Alkemy S.p.A..

Nel corso della sua carriera professionale, Vittorio Massone ha ricoperto incarichi di responsabilità nella consulenza aziendale, nell'innovazione e nella trasformazione digitale, sia in Italia che all'estero. Recentemente ha intrapreso una nuova importante sfida professionale, diventando Vice Presidente del CdA di Alkemy S.p.A.
Vittorio Massone

Le prime esperienze professionali di Vittorio Massone, tra consulenza strategica e turnaround di successo

Professionista di rilievo nel settore digitale, telecomunicazioni, media/entertainment, servizi industriali, government e automotive, Vittorio Massone si è laureato a pieni voti in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma (1989) e ha proseguito il suo percorso formativo conseguendo un Master in Business Administration presso l'Università Bocconi di Milano (1992). Dopo un primo incarico dal 1989 al 1991 in Klopman Textile Industry (Gruppo Burlington), società per cui è Business Analyst, nel 1993 entra in qualità di Associato nella realtà di consulenza strategica Value Partners. L'anno seguente inizia la sua esperienza in Bain & Company, per cui ricopre incarichi di rilevanza crescente: dal 1995 è Manager, poi Partner dal 1999 e Director dal 2004. Grazie alle ampie competenze professionali, unite alla capacità di instaurare rapporti di fiducia con CEO e management aziendali, Vittorio Massone intraprende con successo la gestione di operazioni particolarmente complesse, collaborando con clienti di rilievo come Poste Italiane, Pagine Gialle, Walt Disney, Rai, Consip, Sviluppo Italia, Coni Servizi, Gruppo Espresso e il Sole 24 Ore. Si occupa in prima persona del turnaround di Seat Pagine Gialle (1997-2001), assicurando un ritorno per gli azionisti pari a 20 volte il capitale investito. Nello stesso periodo, nel 1999, gestisce l'acquisizione Virgilio/Matrix, la sua prima in campo digitale. Guida, inoltre, il turnaround di Poste Italiane tra il 2002 e il 2008, per cui conduce il Gruppo da una perdita di 200 milioni di euro a un EBITDA di circa 2 miliardi. Grazie alle sue competenze, inoltre, il risultato viene raggiunto senza alcun licenziamento.

Vittorio Massone: l'esperienza all'estero e la nomina in Alkemy S.p.A.

Tra gli incarichi di responsabilità ricoperti da Vittorio Massone, rientra quello in Bain & Company Africa, a partire dal 2010, anno in cui si trasferisce a Johannesburg per assumere il ruolo di Managing Partner. Durante l'esperienza in Sudafrica rilancia le operazioni della società, portandola a raggiungere la leadership di mercato in pochi anni. Supporta inoltre la creazione di un gruppo di lavoro di 200 persone particolarmente competenti nei progetti digitali. Nel corso dell'esperienza all'estero, Vittorio Massone porta con sé la sua visione manageriale moderna e innovativa, basata sul concetto di "diversity" del gruppo di lavoro, rimanendo al timone della società fino alla fine del 2018. Negli stessi anni partecipa a importanti storie di successo, come quella del turnaround della società di telecomunicazioni Telkom SA, le cui azioni passano da 14 a circa 90 Rand. È stato anche membro del Board e poi Presidente dell'American Chamber of Commerce in Sudafrica e Membro del Council dell'Associazione Business Leadership South Africa. Grazie alle competenze nell'ambito dell'innovazione digitale, attualmente Vittorio Massone collabora con società tradizionali per aiutarle nella trasformazione digitale, e con società native digitali supportandole nella crescita e nello sviluppo. Tali competenze specialistiche gli hanno consentito di intraprendere una nuova sfida professionale: da febbraio 2020 è Vice Presidente di Alkemy S.p.A., azienda leader nell'innovazione digitale dei modelli di business, con specifiche deleghe al Business and Corporate Development.

Articoli correlati per categorie