giovedì 16 aprile 2020
Professionista esperto nell’analisi dei dati, Pompeo Pontone mette in guardia sui rischi causati dalla mancanza di dispositivi di protezione individuale (DPI) per limitare gli effetti del Coronavirus.

Pompeo Pontone, consulente specializzato in Quantitative Finance, è un professionista esperto nell'analisi dei dati.

Andare oltre le raccomandazioni dell'OMS: il commento di Pompeo Pontone

Il Coronavirus viene definito spesso come un "nemico sconosciuto": gli esperti infatti, sebbene avanti nelle ricerche, non sono ancora in grado di dare risposte completamente esaustive sul comportamento di questo nuovo virus. Tuttavia è cosa nota che gli ospedali siano diventati luoghi in cui il pericolo di infezione è estremamente elevato. Pompeo Pontone ha analizzato alcuni dati che riguardano i decessi avvenuti tra il personale sanitario in Italia, confermando i pericoli che la categoria sta correndo in questo momento di emergenza. Vero è che anche in questo caso i più colpiti risultano essere medici anziani, tuttavia l'esperto in Data Science dimostra che in determinate circostanze anche i professionisti giovani, con difese immunitarie più forti, rischiano la vita: "I medici che hanno un contatto prolungato e ripetuto con pazienti affetti da Covid-19, e in particolare i chirurghi che eseguono procedure invasive, potrebbero sperimentare un carico virale più elevato". Di conseguenza la scarsità di DPI, che colpisce anche le strutture ospedaliere, è un problema da affrontare e risolvere nella maniera più efficiente possibile: "L'esperienza presso l'Ospedale Cotugno di Napoli - spiega Pompeo Pontone - in cui finora non si registra personale infettato, va a corroborare l'opinione che DPI e procedure rigorose possono salvare vite umane: bisogna andare oltre le raccomandazioni standard dell'OMS".

Finanza quantitativa e Data Science: le specializzazioni di Pompeo Pontone

Per Pompeo Pontone la matematica è "il più grande dono che sia stato mai fatto al genere umano", uno dei pochi linguaggi davvero universali che nei secoli ha aiutato l'uomo nel tentativo di descrivere e codificare ciò che definiamo realtà. Dopo la laurea in Economia Monetaria e Finanziaria alla Bocconi di Milano e la specializzazione in Finanza Quantitativa presso il Birkbeck College di Londra, l'esperto si è concentrato sullo studio e sull'approfondimento della Data Science, una disciplina che estrapola conoscenza e interpreta dati attraverso l'utilizzo di modelli matematici e statistici, strumenti informatici e ricerca tradizionale. Con una carriera di oltre vent'anni nel settore del Capital Markets e del Trading dei derivati, che lo ha visto collaborare con realtà del calibro di Unicredit, Pioneer Investment, Intesa Asset Management, Fineco e Amstel Securities, Pompeo Pontone ha deciso di dedicarsi a progetti di Private Equity e FinTech, mettendo a frutto le sue competenze e la sua passione per l'informatica.

Articoli correlati per categorie