venerdì 8 maggio 2020
Paola Severino a Skopje per una visita di due giorni: la conferenza OSCE, gli incontri con esponenti del mondo universitario locale e le parole del Ministro degli Affari Esteri Luigi di Maio.

Lotta alla corruzione, l'importanza di un approccio sovranazionale e il ruolo dell'OSCE: le parole di Paola Severino, Rappresentante Speciale della Presidenza OSCE e Vice Presidente dell'Università LUISS Guido Carli, in visita a Skopje.
Paola Severino

Skopje: incontri e impegni di Paola Severino, in visita ufficiale il 10 e 11 febbraio

In qualità di Rappresentante Speciale della Presidenza OSCE in esercizio per la lotta alla corruzione (confermata in tale incarico dall'attuale Presidenza albanese), Paola Severino si è recata il 10 e 11 Febbraio in visita a Skopje, prendendo parte in quell'occasione alla conferenza regionale "Preventive measures and enforcing the law: building resilience to corruption in South East Europe", organizzata dalla Missione OSCE-Skopje. Ospite d'onore e keynote speaker, ha parlato nel suo intervento dell'importanza di un approccio sovranazionale alla lotta alla corruzione sottolineando quindi il ruolo decisivo che possono ricoprire le organizzazioni internazionali nell'affiancare gli Stati attraverso iniziative basate su dialogo, condivisione e coordinamento, nel pieno rispetto delle peculiarità nazionali. I lavori della conferenza, articolata in diverse sessioni, sono stati aperti dal Vice Ministro degli Esteri macedone Andrej Zhernovski insieme alla Rappresentante della Presidenza albanese dell'OSCE Evis Fico e all'Ambasciatore Clemens Koja, Capo Missione dell'OSCE a Skopje. Presente a Skopje anche il Ministro degli Affari Esteri Luigi di Maio che in occasione della conferenza stampa congiunta con l'omologo della Macedonia del Nord Nikola Dimitrov ha ringraziato Paola Severino per aver portato avanti in Italia "un'importante legge tuttora in vigore che va salvaguardata e implementata insieme ad altri provvedimenti che tuttora stiamo sviluppando sulla lotta contro la corruzione e contro la mafia".

Paola Severino: l'intervento alla conferenza su misure di prevenzione e contrasto alla corruzione

"L'OSCE, nel supportare i Paesi balcanici in questo sforzo congiunto, si pone come piattaforma ideale per la fondamentale armonizzazione delle leggi anticorruzione": è Paola Severino ad affermarlo nella corso della conferenza, spiegando come la corruzione sia un fenomeno sempre più "senza confini", sfaccettato e complesso, che oltre a minare la crescita democratica, la sicurezza dei cittadini e dello Stato, impedisce anche una ottimale allocazione delle risorse causando gravi inefficienze in termini di costi economici diretti e indiretti. "Contrastare la corruzione non è quindi solo una necessità politica e morale, ma è anche un'opportunità economica, in quanto la legalità, la certezza e la velocità della giustizia e la trasparenza sono fattori di incentivazione degli investimenti interni e di attrazione degli investitori esteri": Paola Severino ha quindi sottolineato come, per affrontare efficacemente la questione, sia necessaria una maggiore regolamentazione dei meccanismi di controllo e un coinvolgimento più grande della società civile e del settore privato. In questa prospettiva, il contrasto alla corruzione, sia in fase preventiva che repressiva, deve essere olistico e multilivello. Nel corso della visita la Vice Presidente dell'Università LUISS Guido Carli ha avuto inoltre modo di incontrare il Rettore dell'Università "Ss. Cirillo e Metodio" di Skopje, per esplorare le opportunità di cooperazione tra i due Atenei, e il Pro Rettore dell'"University American College Skopje".

Articoli correlati per categorie