venerdì 25 settembre 2020

CDP, investimenti nell'economia per un valore pari a 2,4% del Pil, 20.000 imprese sostenute, prevalentemente PMI, e oltre 600 mila occupazioni incentivate: l’AD e DG Fabrizio Palermo al Meeting di Rimini.

Meeting di Rimini, l'intervento dell'AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo: "Abbiamo sostenuto investimenti pari a 2,4% del PIL. Necessario un ripensamento complessivo del progetto di sviluppo".

Fabrizio Palermo

Sussidiarietà e finanza sostenibile: le considerazioni dell'AD e DG di CDP Fabrizio Palermo

L'attività di Cassa Depositi e Prestiti è orientata da sempre alla sostenibilità. Lo ha ricordato l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo, intervenendo lo scorso 20 agosto al Meeting di Rimini, in occasione della presentazione del Rapporto annuale della Fondazione per la Sussidiarietà. "Raccogliamo sul territorio per reinvestire nel territorio. Investiamo in innovazione e istruzione per creare infrastrutture e sostenere le imprese" ha sottolineato l'AD e DG nel corso del panel dedicato a sussidiarietà e finanza sostenibile. "Abbiamo sostenuto investimenti nell'economia per un valore pari a 2,4% del Pil, raggiunto 20.000 imprese, prevalentemente Pmi, e creato oltre 600 mila occupati grazie agli impatti diretti, indiretti e indotti" ha evidenziato Fabrizio Palermo aggiungendo poi come oggi sia necessario "anche un ripensamento complessivo del progetto di sviluppo".

Fabrizio Palermo, AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti: "Nelle nostre strategie gli obiettivi dell'Agenda Onu 2030"

Nel "nuovo modello di sviluppo" individuato da Cassa Depositi e Prestiti sono cinque le aree identificate, come ha spiegato l'AD e DG Fabrizio Palermo nel suo intervento al Meeting di Rimini. Innanzitutto "una finanza orientata a creare valore per tutti gli stakeholder": la finanza gioca un ruolo chiave come abilitatore dell'economia "ma da sola non è sufficiente". In secondo luogo una strategia delle aziende "che si orienti alla sostenibilità come direttrice di sviluppo soprattutto per quei settori che possono convertire i propri modelli di business": non a caso CDP si è da tempo attivata inserendo gli obiettivi dell'Agenda Onu 2030 nelle proprie strategie. Poi le persone: "Un'altra leva fondamentale. Devono essere sensibilizzate rispetto all'impatto sociale e ambientale del proprio operato". E in merito ai processi Fabrizio Palermo ha ribadito come il Gruppo abbia modificato il proprio statuto per inserire lo sviluppo sostenibile nel perimetro di intervento aziendale: "Oggi le valutazioni di sostenibilità in CDP sono incorporate nella fase di pianificazione dei futuri finanziamenti". Infine la quinta area: le tecnologie digitali. Il Gruppo ha investito nella digitalizzazione e nell'upgrade tecnologico e questo ha consentito la piena operatività sin dai primi giorni di lockdown: "Le nostre priorità oggi sono una rete digitale all'avanguardia per il Paese, un cloud pubblico-privato e la creazione di campioni nazionali nel settore dei pagamenti e della cybersecurity".


Articoli correlati per categorie