venerdì 25 settembre 2020

È possibile iniziare a lavorare mentre si sta affrontando un percorso di studi? Nel suo nuovo video, Alessandro Benetton ha spiegato come provare a gestire le due attività.

Conciliare studio e lavoro è fondamentale, soprattutto per i futuri imprenditori: Alessandro Benetton ha affrontato l'argomento nel nuovo video pubblicato sul suo canale Youtube.

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton: "Lo studio è la base su cui fondare tutto il resto"

Negli ultimi anni moltissime aziende hanno indirizzato le loro offerte di lavoro sempre più verso giovani in possesso sia di una buona formazione universitaria che di esperienze lavorative. Per questo, al giorno d'oggi, molti studenti si chiedono se lavorare o meno durante il percorso di studi. Alessandro Benetton, fondatore di 21 Invest, sostiene che studiare e lavorare contemporaneamente sia la giusta strada da intraprendere, in particolar modo per chi in futuro pensa di diventare imprenditore. "Partiamo da un presupposto essenziale: durante il percorso accademico studiare deve essere l'attività principale - spiega l'imprenditore nel suo nuovo video della rubrica #UnCaffèConAlessandro - va fatto bene e nei tempi giusti e questa deve essere la base su cui fondare tutto il resto". Uno dei primi consigli è quello di capire fin da subito quanto il lavoro possa influire sullo studio: "Se lavorare vi impedisce di studiare come vorreste - sottolinea Alessandro Benetton - allora vuol dire che quel lavoro, in quel momento, non è la cosa giusta per voi".

"Studio e lavoro non sono attività alternative": l'esperienza di Alessandro Benetton

Nel video Alessandro Benetton porta l'esempio del suo percorso: "Le mie prime esperienze lavorative le ho sempre fatte durante il periodo estivo, quando era in pausa rispetto ai momenti di studio. Un'estate ho lavorato in uno dei punti vendita di famiglia. Piegavo i vestiti, aiutavo i clienti, insomma toccavo con mano una delle fasi più importanti dell'attività aziendale: il contatto con il consumatore". Con il suo racconto l'imprenditore vuole mandare un messaggio ben preciso agli studenti di oggi: "Lavorate per concretizzare quello che state studiando: cercate di pensare al lavoro non solo come una fonte di guadagno ma soprattutto come un modo per dare forma a quello che avete imparato sui libri". Infine, un ulteriore beneficio di un'esperienza lavorativa intrapresa durante la carriera accademica è quello di accumulare insegnamenti fondamentali per la professione futura. "Studio e lavoro non sono attività alternative, ma complementari: anche quando comincerete il vostro percorso professionale lo studio continuerà ad accompagnarvi per tutta la vita, quindi tanto vale abituarsi fin da subito. Se volete essere imprenditori - conclude Alessandro Benetton - studiare e lavorare contemporaneamente non è una scelta: è l'unica cosa da fare".


Articoli correlati per categorie