Visualizzazione post con etichetta Evelina Manna. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Evelina Manna. Mostra tutti i post
venerdì 13 dicembre 2019
Breaking the Silence è la campagna ideata dall’attrice e produttrice Evelina Manna per la Comunità Europea: rompere il silenzio per sostenere la battaglia delle donne.

Evelina Manna presenta Breaking The Silence, la campagna per la Comunità Europea contro la Violenza sulle donne ideata dall'attrice e modella romana che, dopo una lunga carriera tra teatro, cinema e tv, nel 2013 fonda una casa produttrice.
Evelina Manna

"First cause of women's death": Evelina Manna e la violenza sulle donne

Strada deserta, una donna seguita da un uomo, la consapevolezza di essere sola: nei secondi iniziali di "Breaking The Silence", campagna di utilità sociale ideata e interpretata da Evelina Manna, si avverte subito la forza del messaggio portante del video. Secondo la produttrice e attrice romana è il silenzio il nemico da sconfiggere: per sostenere la lotta alla violenza sulle donne il primo ostacolo è rompere il muro di omertà che circonda numerose vittime. In un'Italia dove secondo l'Istat un cittadino su quattro pensa ancora che la causa della violenza sessuale sulle donne sia addebitabile al loro modo di vestire e ben il 39,3% della popolazione è convinta che sia possibile sottrarsi ad un rapporto sessuale indesiderato, lo spot, patrocinato dalla Comunità Europea e disponibile su Youtube, risulta ancora attualissimo seppur pubblicato nel 2008. Allargando il focus geografico, si scopre che ad oggi in Europa la piaga sociale è ben lungi dall'essere debellata: secondo la Commissione Europea una donna su tre ha subito una violenza fisica o sessuale. Breaking the Silence è la prima produzione della Moodyproduction, casa produttrice fondata da Evelina Manna, impegnata nella promozione di progetti indipendenti collegati al mondo della cultura, della musica e dell'arte in generale.

Evelina Manna, dalla carriera cinematografica all'impegno nel sociale

Già dai primi anni di carriera Evelina Manna, nata a Roma, entra nel mondo della moda: Cosmopolitan, Maxime, GQ Italia, Panorama, First, Style, sono solo alcuni dei magazine internazionali per i quali posa come modella. Ma è la recitazione la sua vera passione: trasferitasi a Londra, muove i suoi primi passi come attrice teatrale nell'off Broadway e a Roma, dove recita nella trasposizione teatrale di "Io e Annie" di Woody Allen. Nel 1999 debutta al cinema con il film americano "Il talento di Mr. Ripley", mentre in televisione il primo ruolo è nel film Rai "Padre Pio": prosegue sul grande schermo recitando in "Casomai" di Alessandro D'Alatri, "Alexander" di Oliver Stone e "Una bellissima bambina" di Mimmo Calopresti. In tv prende parte alle fiction "La Guerra è finita" su Rai1 e "Carabinieri" su Mediaset. Nel 2008, insieme a un gruppo di giovani professionisti, fonda Moodyproduction, casa specializzata nella realizzazione di progetti indipendenti: Breaking the Silence è il primo spot della "trilogia sociale" ideato da Evelina Manna in veste di produttrice, al quale seguiranno A Day & a Minute, cortometraggio sull'Immigrazione presentato al Taormina Film Fest 2011, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia presentato al Palermo Pride e alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.
lunedì 31 ottobre 2016
Originaria di Roma, Evelina Manna lavora nell’ambito della moda, del teatro, della televisione e del cinema. Nel 2008/09 ha dato vita a Moodyproduction, casa di produzione specializzata in opere indipendenti legate al mondo della cultura e dell’arte.

Evelina Manna: i primi anni nella moda e l'incontro con Susan Strasberg

Evelina Manna, titolare di MoodyproductionRomana, figlia di genitori pugliesi, Evelina Manna si appassiona al mondo dello spettacolo fin da piccola, guardando in televisione Carla Fracci che balla sulle punte. L'ammirazione per l'étoile la spinge a chiedere alla madre di iscriverla a danza classica. Ben presto rimane affascinata anche dalla recitazione, un amore nato dalla visione di uno dei capolavori di Charlie Chaplin, Il monello. Diplomatasi come maestra elementare, inizia a lavorare come modella, un lavoro che la porta a lasciare famiglia e studi di filosofia, per viaggiare in tutto il mondo. Prima a Parigi, poi a New York, infine a Londra, posa per i più grandi fotografi a livello internazionale. Proprio durante un suo soggiorno nella capitale inglese, incontra Susan Strasberg: la grande attrice la sprona a partecipare ai seminari dell'Actor's Studio e a inseguire il suo sogno. È questo il preludio alla sua carriera teatrale, nell'Off Broadway come a Roma, dove porta in scena anche una trasposizione di Io e Annie, opera summa di Woody Allen.

Evelina Manna: dalla recitazione alla produzione cinematografica

Evelina Manna esordisce sul piccolo schermo nel 2000 quando entra nel cast di Padre Pio, miniserie televisiva in onda su Rai Uno. Il passaggio al cinema è breve: Alessandro D'Alatri la sceglie per Casomai e Mimmo Calopresti per Una bellissima bambina, cortometraggio presentato alla 61esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Nel 2004 viene scritturata per un'importante produzione internazionale e recita in Alexander, kolossal di Oliver Stone. In questo periodo non abbandona né la recitazione televisiva né la fotografia d'autore, posando per le riviste più glamour. A partire dal 2008/2009 accoglie una nuova sfida: dà vita a Moodyproduction, casa di produzione specializzata nella realizzazione di opere indipendenti connesse al mondo della cultura e dell'arte. Comincia con una trilogia sociale: Breaking the Silence, spot commissionato dalla Comunità Europea contro la violenza sulle donne; A Day & a minute, cortometraggio sul tema immigrazione presentato al Taormina Film Fest 2011; Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato, in anteprima al Palermo Pride 2013. Nel 2014 il primo lungometraggio, Vinodentro, commedia noir diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani.
martedì 9 agosto 2016
Nel 2008/2009 Evelina Manna fonda Moodyproduction, casa di produzione che si distingue fin da subito per l’impegno nell’ambito sociale e culturale.

Evelina Manna: i primi passi nel mondo della moda e del cinema

Evelina Manna, modella, attrice e produttriceGuardando Carla Fracci ballare in televisione, Evelina Manna capisce sin da piccola quale sarà la sua strada: il mondo dello spettacolo. La passione per la danza però non è l'unica che coltiva in questi anni: la visione di uno dei film capolavoro di Charlie Chaplin, Il monello, la avvicina soprattutto al cinema e alla recitazione. Lascia quindi Roma, dove è nata, e gli studi in filosofia per realizzare i suoi sogni professionali. Le prime esperienze sono nella moda: prima a Parigi e poi a New York lavora per grandi fotografi di fama internazionale. A Londra conosce Susan Strasberg, che la incoraggia a non abbandonare la recitazione e la invita a partecipare ai seminari dell'Actor's Studio. È la svolta: Evelina Manna prende parte come attrice a numerose produzioni. Inizialmente in teatro nell'off Broadway, dove porta in scena anche la trasposizione di Io e Annie di Woody Allen. Poi approda su numerosi set televisivi e cinematografici: partecipa alle fiction di Rai Uno Padre Pio - Tra cielo e terra e La guerra è finita, mentre sul grande schermo recita per Alessandro d'Alatri in Casomai e Mimmo Calopresti nel cortometraggio Una bellissima bambina. Ma la carriera dell'attrice non si limita all'Italia: nel 2004 Oliver Stone la sceglie per un ruolo nel kolossal Alexander.

Evelina Manna: i recenti successi come produttrice

Nonostante la carriera da attrice sia in ascesa, vivere il cinema stando solamente davanti alla macchina da presa non basta più a Evelina Manna. Così nel 2008 dà vita a Moodyproduction, casa di produzione specializzata nella realizzazione di opere indipendenti legate al mondo sociale e della cultura. Il primo importante successo è Breaking the Silence, spot contro la violenza sulle donne realizzato per la Comunità Europea. Insieme a A Day & a Minute, cortometraggio sull'immigrazione presentato in concorso al Taormina Film Fest 2011, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato e proiettato in esclusiva al Palermo Pride 2013, compone una trilogia che si distingue proprio per l'impegno sociale nella scelta delle tematiche trattate e nella loro narrazione. Nel 2014 è la volta del primo lungometraggio, Vinodentro, commedia con venature noir tratta dal romanzo omonimo di Fabio Marcotto e diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani che ha riscosso notevole successo anche all'estero. Evelina Manna è riuscita così ad affermarsi anche come produttrice, realizzando in pieno il sogno di una vita nel mondo cinematografico. Intervistata recentemente da RB Casting, ha svelato che in futuro le piacerebbe lavorare con grandi registi come Luca Guadagnino, Roberta Torre e Giuseppe Tornatore. Intanto si prepara a produrre Bombom Girls, un reality con protagoniste donne curvy.
giovedì 14 luglio 2016

Manager di Moodyproduction, Evelina Manna arriva alla produzione cinematografica dopo un percorso pieno di soddisfazioni nella moda e in qualità di attrice di teatro, televisione e cinema.

Evelina Manna, modella, attrice e produttrice

Evelina Manna: gli anni dei successi nella moda e nel cinema

Romana, figlia di genitori pugliesi, Evelina Manna si interessa sin da piccola al mondo dello spettacolo: affascinata da Carla Fracci che balla sulle punte in TV, chiede alla mamma di iscriverla a un corso di danza classica. Alla passione per il ballo si accompagna quella per la recitazione, nata dalla visione de Il monello, capolavoro di Charlie Chaplin. I suoi primi passi professionali sono però nella moda: lascia la famiglia e gli studi di filosofia e decide di trasferirsi prima a Parigi e poi a New York, lavorando per i più grandi fotografi in ambito internazionale come modella. In una delle sue trasferte londinesi conosce la grande Susan Strasberg, che la invita a partecipare ai seminari dell'Actor's Studio. È l'inizio della sua carriera come attrice, prima in teatro, nell'off Broadway, dove porta in scena anche la trasposizione di Io e Annie di Woody Allen, e poi in televisione con Padre Pio e La guerra è finita. Il passaggio al cinema è breve: Alessandro D'Alatri la sceglie per Casomai e Mimmo Calopresti per Una bellissima bambina, cortometraggio presentato alla 61esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.

Evelina Manna: dalla recitazione alla produzione

La carriera di Evelina Manna nella recitazione non si limita al contesto italiano: lavora in alcune produzioni americane e viene scelta da Oliver Stone per una parte nel kolossal Alexander. Nel 2008, affascinata dal mondo della produzione, avvia Moodyproduction, casa che si specializza in particolare nella realizzazione di opere indipendenti legate al mondo sociale e della cultura. Breaking the Silence, spot per la Comunità Europea contro la violenza sulle donne, è il primo progetto di una trilogia che ha come elemento di comunanza proprio l'impegno in ambito sociale. Il trittico si chiude con A Day & a Minute, cortometraggio sul tema immigrazione presentato in concorso al Taormina Film Fest 2011, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato e proiettato in esclusiva al Palermo Pride 2013. Del 2014/2015 è il primo lungometraggio prodotto per il cinema, Vinodentro, commedia con venature noir diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani.

giovedì 28 aprile 2016
Le tappe della carriera di Evelina Manna, modella e attrice che, dal 2008, si occupa anche di produzione con Moodyproduction, realtà nata con l’obiettivo di realizzare progetti indipendenti legati alla cultura e al sociale.

Evelina Manna: moda, recitazione e produzione

Evelina Manna, modella, attrice e produttriceRomana, figlia di genitori pugliesi, Evelina Manna rimane affascinata sin da bambina dal mondo dello spettacolo, sviluppando una passione per la danza classica e per la recitazione. Due sono le figure di riferimento alle quali ispirarsi: Carla Fracci e Charlie Chaplin. I primi passi professionali sono però nel mondo della moda, settore all'interno del quale si consacra, lavorando per i più grandi fotografi a livello mondiale. Durante un viaggio a Londra conosce Susan Strasberg, la quale le consiglia di dedicarsi alla sua passione per la recitazione e di iscriversi ai seminari dell'Actor's Studio, una palestra estremamente formativa. È questo il preludio alla carriera teatrale, prima nell'off Broadway e poi a Roma. Il passaggio alla televisione è breve: esordisce con Padre Pio, miniserie televisiva trasmessa da Rai Uno, e La guerra è finita. Anche il cinema si accorge di lei: Alessandro D'Alatri la sceglie per Casomai e Mimmo Calopresti per il suo cortometraggio, presentato alla 61esima Mostra del Cinema di Venezia, Una bellissima bambina. Recita, inoltre, in una grande produzione americana, Alexander, diretta da Oliver Stone. Nel 2008, insieme a un gruppo di professionisti, avvia Moodyproduction, occupandosi in prima persona della produzione di progetti indipendenti.

Moodyproduction: la trilogia sociale e Vinodentro

Evelina Manna si inserisce con Moodyproduction all'interno del poliedrico mondo del cinema e della TV con l'obiettivo di dare forma a progetti indipendenti legati alla cultura e al sociale. Il primo di questi è Breaking the Silence, spot contro la violenza sulle donne realizzato tra il 2008 e il 2009 per la Comunità Europea. Il secondo progetto della "trilogia sociale" è rappresentato da A Day & a Minute, cortometraggio sul tema dell'immigrazione che ha partecipato al Taormina Film Fest 2011. A chiudere, Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia, presentato in esclusiva al Palermo Pride, diretto da Pappi Corsicato. Nel 2014, Moodyproduction ha lavorato alla produzione, in collaborazione con Alba Produzioni, di Vinodentro, commedia dai risvolti noir diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani e interpretata da Pietro Sermonti, Giovanna Mezzogiorno, Lambert Wilson e Vincenzo Amato. Il film è stato distribuito a livello internazionale, arrivando in Francia, Brasile, Stati Uniti, Taiwan, Australia e Danimarca.
mercoledì 20 gennaio 2016
Nuovo successo internazionale per Vinodentro, il noir diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani e prodotto da Moodyproduction di Evelina Manna: il film sarà distribuito in Francia a partire dal 2 marzo 2016.

Distribuzione francese per Vinodentro: in sala dal 2 marzo 2016

Evelina Manna, modella, attrice e produttriceGià distribuito nelle sale italiano, Vinodentro, film noir diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani, interpretato da Vincenzo Amato, Giovanna Mezzogiorno e Lambert Wilson e prodotto da Moodyproduction di Evelina Manna, ha ricevuto un grande consenso a livello internazionale. Dopo aver partecipato al DC International Film Festival ed essere stato distribuito nei cinema brasiliani e in altre città sudamericane, il film arriverà in Francia a partire dal 2 marzo 2016 con il titolo "Le Crime Du Somelier". Un risultato che deriva dall'internazionalità del tema presentato e dalla scelta di riproporre in chiave moderna il mito del Faust. Tra gli aspetti che hanno contribuito al successo internazionale di Vinodentro è da segnalare l'alto profilo tecnico e artistico, dato dalla collaborazione di importanti personalità del settore quali Dante Spinotti, Direttore della Fotografia, Alessandro Lai, costumista, e Paolo Fresu, autore delle musiche.

Evelina Manna: dal mondo della moda alla nascita di Moodyproduction

Nata a Roma da genitori pugliesi, Evelina Manna inizia la sua carriera come modella trasferendosi a Parigi e posando per alcuni tra i più importanti fotografi del settore: Francesco Scavullo, Andre Rau, Patrick Demarchelier, Ellen Von Unwerth e molti altri. Da sempre appassionata di cinema e con una fascinazione per la recitazione, dall'incontro a Londra con Susan Strasberg prende avvio la sua carriera teatrale, prima con la trasposizione del film Io e Annie di Woody Allen e poi con due spettacoli per il teatro Off portati in scena in Italia. Il passaggio dal teatro alla televisione è breve: debutta con il film TV Padre Pio, al quale segue La Guerra è finita. Il salto al grande schermo avviene con Casomai di Alessandro d'Alatri e Una bellissima bambina, film diretto da Mimmo Calopresti e presentato alla 61esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2004 viene scelta da Oliver Stone, dopo diversi provini, per interpretare la parte della principessa Simin in Alexander. Nel 2007 dà vita a Moodyproduction, società di produzione indipendente che opera principalmente all'interno del mondo della cultura, della musica e dell'arte in generale. Dopo aver presentato Breaking the Silence, spot contro la violenza sulle donne, A Day& a Minute, corto sul tema dell'immigrazione, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato, nel 2014 produce Vinodentro, commedia con venature noir diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani e tratta dal romanzo omonimo di Fabio Marcotto.

Per avere maggiori informazioni sulla carriera di Evelina Manna, visita il profilo H2Biz della modella, attrice e produttrice.
lunedì 11 maggio 2015
I progetti e le attività di Evelina Manna, modella, attrice e produttrice che ha dato vita nel 2008 a Moodyproduction, casa di produzione specializzata in opere indipendenti dall’alto valore culturale

La carriera di Evelina Manna: dai primi passi nel mondo della moda al cinema, come attrice per alcuni dei più importanti registi italiani e internazionali, successivamente come produttrice con la sua Moodyproduction, società di produzione cinematografica.
Evelina Manna, modella, attrice e produttrice


Evelina Manna: la moda e il cinema

Romana, figlia di genitori pugliesi, Evelina Manna si innamora sin da piccola del cinema quando vede per la prima volta Il Monello, uno dei capolavori di Charlie Chaplin. Affascinata dal mondo della recitazione, comincia le prime esibizioni nel teatro parrocchiale della scuola dell'Ordine Francescano, dove conclude i cicli scolastici conseguendo il diploma magistrale. Scoperta la sua fotogenia, avvia una brillante carriera come modella, che la porta a viaggiare per il mondo, in particolare a Parigi, New York e Londra. In uno dei suo viaggi nella capitale inglese, incontra Susan Strasberg, che la incoraggia a tornare alla sua passione per la recitazione e la invita a iscriversi ai seminari dell'Actor's Studio. Da questo momento inizia anche la carriera come attrice: debutta a teatro, a Roma e nell'off Broadway, con Io e Annie, tratto dal famoso film di Woody Allen. Per la TV in Padre Pio (Rai 1), La Guerra è Finita (Rai 1) e per il grande schermo: Casomai e Una Bellissima Bambina, tratto dal libro di Truman Capote e diretto da Mimmo Calopresti, presentato alla 61esima edizione del Festival del cinema Venezia. Nel 2004 viene scelta da Oliver Stone per il ruolo di Simin in Alexander, kolossal dedicato alla figura del grande re di Macedonia.

Evelina Manna e la produzione: nascita di Moodyproduction

Nata nel 2008 da un'idea di Evelina Manna, in collaborazione con alcuni giovani professionisti, Moodyproduction ha l'obiettivo di portare sullo schermo una serie di progetti indipendenti legati alla cultura, all'arte e alla musica. L'esordio è all'insegna del sociale: viene prodotto Breaking the Silence, uno spot contro la Violenza sulle Donne realizzato per la Comunità Europea. Seguono altri due spot che vanno a chiudere la "trilogia del sociale": A Day & a Minute, sull'Immigrazione, presentato al Taormina Film Fest 2011, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato. Nel 2014 esce nelle sale Vinodentro, commedia noir diretta da Ferdinando Vicentini Orgnani con Giovanna Mezzogiorno, Lambert Wilson, Pietro Sermonti, Daniela Virgilio, film prodotto dalla Moodyproduction di Evelina Manna ed Alba Produzioni.

Per maggiori informazioni sulla carriera e sui progetti cinematografici di Evelina Manna, visita il portale ufficiale della modella, attrice e produttrice.
giovedì 18 dicembre 2014
Titolare della Moodyproduction,  Evelina Manna è passata alla produzione cinematografica dopo una brillante carriera come modella e attrice
Evelina MannaEvelina MannaEvelina Manna

Evelina Manna: dalla moda al cinema

Da sempre appassionata di cinema e teatro, Evelina Manna inizia il lavoro professionale di modella all'estero, prima a Parigi e poi a New York. In questo periodo ha l'opportunità di posare per i più grandi fotografi e sulle copertine di importanti riviste internazionali. L'incontro con Susan Strasberg a Londra la porta a riscoprire la sua passione per la recitazione. Si iscrive ai seminari dell'Actor's Studio e comincia a recitare in teatro, nell'Off Broadway e a Roma. Tra i molti successi interpretati spicca la trasposizione di Io e Annie di Woody Allen. Sempre a Roma, sua città natale, esordisce sul piccolo schermo in Padre Pio, miniserie televisiva trasmessa da Rai Uno. Al cinema recita in Casomai di Alessandro D'Alatri e nel corto Una bellissima bambina di Mimmo Calopresti, presentato in anteprima alla 61esima edizione della Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2004 è l'unica attrice italiana a far parte del cast di Alexander, kolossal diretto da Oliver Stone.
Evelina MannaEvelina Manna

Evelina Manna e la nascita di Moodyproduction

Nel 2008/9 Evelina Manna decide di dare vita alla sua casa di produzione cinematografica, Moodyproduction. In accordo con l'obiettivo di realizzare progetti di valore culturale e sociale, nello stesso anno produce ed è protagonista di Breaking the Silence, spot contro la violenza sulle donne. Questo è il primo capitolo della trilogia dedicata al sociale, che comprende anche A Day& a Minute, cortometraggio sul tema dell'immigrazione presentato al Taormina Film Festival 2011, e Let's Fall in Love, spot contro l'omofobia diretto da Pappi Corsicato e presentato in esclusiva al Palermo Pride 2013. Vinodentro, diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani e interpretato da Giovanna Mezzogiorno, Lambert Wilson e Vincenzo Amato, è il primo lungometraggio per il cinema prodotto da Moodyproduction. Prossimo progetto di Evelina Manna è Chicchi e le ragazze della mimosa, film tv in due puntate dedicato alla figura di Teresa Mattei.
Per maggiori informazioni sui progetti e sulle attività di Evelina Manna, visita il suo blog ufficiale.
mercoledì 10 dicembre 2014
Nata a Roma da genitori pugliesi, Evelina Manna inizia la sua carriera come modella, studiando, in parallelo la recitazione. Attrice di successo, è oggi anche produttrice di grandi film per il cinema.

Evelina Manna, modella e attrice di importanti film italiani e stranieri, ha prodotto Vinodentro di Vicentini Orgnani e ha in preparazione un progetto sulla vita della partigiana Teresa Mattei.
Evelina Manna - Twitter


Evelina Manna: modella, attrice e produttrice

Evelina Manna nasce a Roma. La sua passione per la settima arte inizia molto presto. Da bambina vede un balletto di Carla Fracci in televisione e chiede alla mamma di iscriverla a danza classica. Ha la stessa folgorazione per il cinema quando vede "Il monello" di Charlie Chaplin. Frequenta le scuole dell'Ordine Francescano, studia danza e recita nel teatro della parrocchia. Ostacolata dalla famiglia per la sua vocazione artistica, decide di passare un periodo fuori dall'Italia. Inizia una brillante carriera di modella, posando per alcuni dei più bravi fotografi del mondo. In questo periodo continua a coltivare la passione per la recitazione; va spesso al cinema, anche da sola. A Londra, conosce Susan Strasberg, che le propone di iscriversi ai seminari dell'Actor's Studio. Evelina recita nell'off Broadway e a Roma, la sua città natale. Qui porta in scena la pièce teatrale "Io e Annie" di Woody Allen.


Prossimo progetto cinematografico di Evelina Manna

Da questo momento, le si spalancano le porte del cinema. Il suo esordio davanti alla macchina da presa avviene con il film per la televisione "Padre Pio". Recita nel film "La Guerra è finita" e in "Casomai" di Alessandro D'Alatri. Gira il cortometraggio "Una bellissima bambina" di Mimmo Calopresti, presentato alla 61esima Mostra del Cinema di Venezia. La sua passione per il cinema l'ha spinta a mettersi in gioco anche come produttrice. Insieme a un gruppo di giovani professionisti ha creato Moody Production. La casa di produzione ha recentemente prodotto "Vinodentro", film di Ferdinando Vicentini Orgnani, "un piacevole noir dal sapore faustiano", che racconta la storia di Giovanni, appassionato di vini e di belle donne. Evelina Manna è impegnata in un altro progetto: l'adattamento cinematografico della storia di Teresa Mattei detta "Chicchi", la partigiana più giovane dell'Assemblea Costituente. Le vicende della donna l'hanno conquistata. Teresa è un personaggio che ha vissuto una straziante storia d'amore e si batte per i diritti delle donne e dei bambini. A lei si deve il simbolo della Festa delle Donna: la mimosa, fiore povero e facilmente reperibile.

Visitando il profilo di Evelina Manna su Twitter è possibile conoscere maggiori dettagli sulla sua carriera cinematografica.
martedì 21 ottobre 2014
Evelina Manna è una modella, attrice e produttrice italiana che nel corso della sua carriera professionale ha collaborato con i migliori professionisti a livello internazionale.

Evelina Manna
La biografia di Evelina Manna

Evelina Manna nasce a Roma da genitori di provenienza pugliese. Sin da piccola rimane affascinata dalla recitazione, dal palcoscenico e dalla danza, un amore nato dopo aver visto l'étoile Carla Fracci in televisione. Inizia a recitare nel piccolo teatro parrocchiale, dove frequenta anche le scuole dell'Ordine Francescano, diplomandosi come maestra elementare.Evelina Manna diventa una modella professionista. In questo periodo chiave decide di lasciare la famiglia e gli studi universitari di filosofia per trasferirsi nella città di Parigi e in seguito a New York. La scelta coraggiosa la porta a collaborare con i maggiori fotografi della scena internazionale. A Londra fa il suo incontro con Susan Strasberg, la quale la convince a partecipare ai seminari tenuti all'Actor's Studio. La recitazione inizia nell'off Brodway dove prende parte alla trasposizione teatrale di Io e Annie di Woody Allen. A Roma avviene il suo esordio televisivo nella fiction dedicata a Padre Pio prodotta da Raiuno e in "La guerra è finita". Partecipa anche a film per il cinema come "Casomai" di Alessandro d'Alatri e "Una bellissima bambina", il cortometraggio di Mimmo Calopresti presentato alla 61esima Mostra del Cinema di Venezia.


I progetti più recenti di Evelina Manna

Il percorso di Evelina Manna nel settore cinematografico prosegue nel 2004 con la partecipazione alla pellicola Alexander, il film diretto da Oliver Stone. Nel 2007-2008 produce per la Comunità Europea il primo spot di carattere sociale "Breaking the silence", contro la Violenza sulle donne, nel quale partecipa anche in veste di protagonista. Nel 2010 viene scelta come protagonista per affiancare Enrico Lo Verso nel film televisivo "La donna velata" trasmesso sulla rete Mediaset. Nello stesso anno ricopre i panni dell'eroina spaziale Eve in "Eve e i Munchies", in onda su Italia1. Il suo impegno per il sociale prosegue con la produzione del cortometraggio "A day & a minute", incentrato sul tema dell'immigrazione e presentato al Taormina Film Fest del 2011, e con lo spot contro l'Omofobia del 2013 "Let's fall in love" di Pappi Corsicato. Infine nel 2014 produce il suo primo film per il grande schermo, "Vinodentro", diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani.

Per visualizzare i video dei progetti di Evelina Manna, visita il profilo ufficiale dell'artista su Youtube.