Visualizzazione post con etichetta Fabrizio Palermo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Fabrizio Palermo. Mostra tutti i post
venerdì 25 settembre 2020

CDP, investimenti nell'economia per un valore pari a 2,4% del Pil, 20.000 imprese sostenute, prevalentemente PMI, e oltre 600 mila occupazioni incentivate: l’AD e DG Fabrizio Palermo al Meeting di Rimini.

Meeting di Rimini, l'intervento dell'AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo: "Abbiamo sostenuto investimenti pari a 2,4% del PIL. Necessario un ripensamento complessivo del progetto di sviluppo".

Fabrizio Palermo

Sussidiarietà e finanza sostenibile: le considerazioni dell'AD e DG di CDP Fabrizio Palermo

L'attività di Cassa Depositi e Prestiti è orientata da sempre alla sostenibilità. Lo ha ricordato l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo, intervenendo lo scorso 20 agosto al Meeting di Rimini, in occasione della presentazione del Rapporto annuale della Fondazione per la Sussidiarietà. "Raccogliamo sul territorio per reinvestire nel territorio. Investiamo in innovazione e istruzione per creare infrastrutture e sostenere le imprese" ha sottolineato l'AD e DG nel corso del panel dedicato a sussidiarietà e finanza sostenibile. "Abbiamo sostenuto investimenti nell'economia per un valore pari a 2,4% del Pil, raggiunto 20.000 imprese, prevalentemente Pmi, e creato oltre 600 mila occupati grazie agli impatti diretti, indiretti e indotti" ha evidenziato Fabrizio Palermo aggiungendo poi come oggi sia necessario "anche un ripensamento complessivo del progetto di sviluppo".

Fabrizio Palermo, AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti: "Nelle nostre strategie gli obiettivi dell'Agenda Onu 2030"

Nel "nuovo modello di sviluppo" individuato da Cassa Depositi e Prestiti sono cinque le aree identificate, come ha spiegato l'AD e DG Fabrizio Palermo nel suo intervento al Meeting di Rimini. Innanzitutto "una finanza orientata a creare valore per tutti gli stakeholder": la finanza gioca un ruolo chiave come abilitatore dell'economia "ma da sola non è sufficiente". In secondo luogo una strategia delle aziende "che si orienti alla sostenibilità come direttrice di sviluppo soprattutto per quei settori che possono convertire i propri modelli di business": non a caso CDP si è da tempo attivata inserendo gli obiettivi dell'Agenda Onu 2030 nelle proprie strategie. Poi le persone: "Un'altra leva fondamentale. Devono essere sensibilizzate rispetto all'impatto sociale e ambientale del proprio operato". E in merito ai processi Fabrizio Palermo ha ribadito come il Gruppo abbia modificato il proprio statuto per inserire lo sviluppo sostenibile nel perimetro di intervento aziendale: "Oggi le valutazioni di sostenibilità in CDP sono incorporate nella fase di pianificazione dei futuri finanziamenti". Infine la quinta area: le tecnologie digitali. Il Gruppo ha investito nella digitalizzazione e nell'upgrade tecnologico e questo ha consentito la piena operatività sin dai primi giorni di lockdown: "Le nostre priorità oggi sono una rete digitale all'avanguardia per il Paese, un cloud pubblico-privato e la creazione di campioni nazionali nel settore dei pagamenti e della cybersecurity".

mercoledì 23 settembre 2020

Fabrizio Palermo: Fondo Nazionale Innovazione, un miliardo di euro con l’obiettivo entro il 2022 di investire in oltre mille start up, sviluppare più di quindici acceleratori di nuova generazione e formare più di venti nuovi team di gestori.

Il piano industriale del Fondo Nazionale Innovazione di CDP Venture Capital nelle parole dell'AD e DG di Gruppo Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo: un miliardo di euro per sostenere lo sviluppo del settore in Italia nel triennio 2020-2022.

Fabrizio Palermo

CDP Venture Capital, un miliardo per innovare: le considerazioni dell'AD e DG Fabrizio Palermo

"Un miliardo è una cifra importante, l'obiettivo entro il 2022 è di investire in oltre 1.000 start up, sviluppare più di 15 acceleratori di nuova generazione, formare più di 20 nuovi team di gestori": è l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo a esprimere con queste parole l'impegno del Fondo Nazionale Innovazione (Fni), nato "per sostenere lo sviluppo del Venture Capital in Italia". Il piano industriale di Fni, approvato dal Consiglio d'Amministrazione di CDP Venture Capital (70% CDP Equity, 30% Invitalia Venture capital), la SGR che lo gestisce, è stato presentato lo scorso 23 giugno: intervenendo nel corso dell'evento, a cui hanno preso parte anche Francesca Bria ed Enrico Resmini, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di CDP Venture Capital, oltre al Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, l'AD Fabrizio Palermo ha sottolineato come l'iniziativa rappresenti "un altro tassello del piano industriale di Cassa Depositi e Prestiti, che ha previsto per l'innovazione oltre 20 miliardi di euro di investimenti nel triennio 2019-2021".

Fabrizio Palermo: "Dall'Italia per innovare l'Italia", il piano CDP per potenziare il Venture Capital in Italia

Fortemente voluto da CDP, il Fondo Nazionale Innovazione (Fni) nasce "grazie alla collaborazione del Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell'Economia e di Invitalia". Lo ha ricordato l'AD e DG Fabrizio Palermo: "In Italia il settore del Venture Capital è poco sviluppato e anche in questo caso CDP intende dare il proprio contributo, come già molte altre volte nel corso dei suoi 170 anni di storia, per lo sviluppo dell'Italia". Non a caso il piano 2020-2022 è stato chiamato "Dall'Italia per innovare l'Italia", a evidenziare l'obiettivo di "favorire la crescita strutturale dell'ecosistema del Venture Capital, in particolare al Centro Sud, che sconta un gap significativo rispetto agli altri Paesi europei, ma che può tuttavia costituire una leva importante per il rilancio del nostro Paese, in termini di crescita del Pil e sostegno all'occupazione". Numerose le sfide che CDP Venture Capital è chiamato ad affrontare nell'immediato futuro: come spiega Fabrizio Palermo oltre ad investire "in modo rapido ed efficace" le risorse, in totale 1 miliardo di euro, dovrà "far crescere il mercato con la nascita di nuovi gestori; fare sistema con aziende, università e attori istituzionali, grazie al network del gruppo CDP ed estendere il supporto a tutte le fasi del ciclo di vita delle startup".

mercoledì 17 giugno 2020
Fabrizio Palermo, alla guida di Cassa Depositi e Prestiti, sottolinea l’importanza della collaborazione con le istituzioni europee per il rilancio dell’economia.

Intervenuto in video nel corso della riunione congiunta delle Commissioni Bilancio ed Economica del Parlamento Europeo, Fabrizio Palermo ha espresso soddisfazione per la proficua interazione in atto tra CDP, il Gruppo da lui guidato, e le istituzioni dell'Unione Europea, in particolar modo la Banca Europea per gli Investimenti.
Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo: guardare all'Europa per fronteggiare la crisi

"Nell'attuale contesto di crisi è fondamentale sfruttare tutte le possibili sinergie con le istituzioni europee, in particolare la BEI": sono le parole di Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di CDP, che ha sottolineato l'importanza della collaborazione con le istituzioni UE in un'ottica di rilancio dell'economia e del comparto industriale su scala nazionale e continentale. "Sono davvero lieto di affermare che il nostro rapporto con il gruppo BEI è forte e fruttuoso", ha proseguito, spiegando che "nel 'Piano Juncker' abbiamo attivato una vasta gamma di iniziative per sostenere le infrastrutture, l'innovazione e le PMI". Il Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, da sempre impegnato nel supportare il sistema Italia e, ora più che mai, nell'affiancare il Paese durante la ripartenza, ha infatti previsto ingenti investimenti nei settori strategici per il rilancio dell'economia. "Per quanto riguarda le infrastrutture e l'innovazione", ha specificato Fabrizio Palermo, "abbiamo lanciato quattro piattaforme di investimento, per investimenti fino a nove miliardi". Numeri notevoli, dunque, finalizzati da un lato a contenere la crisi economica e dall'altro a fornire supporto alla ripartenza: "Queste iniziative hanno ottenuto risultati significativi, come la costruzione di infrastrutture strategiche tra cui le autostrade", ha detto l'AD e DG del Gruppo, "e il finanziamento di importanti progetti nel campo della ricerca e dello sviluppo, con particolare attenzione al Sud Italia".

Gli incarichi manageriali di Fabrizio Palermo

Laureato in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma, prima di approdare in Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo ha ricoperto significativi ruoli manageriali in Fincantieri: dal 2005 è stato infatti Direttore Business Development e Corporate Finance e in seguito Chief Financial Officer e Vice Direttore Generale, prendendo parte all'importate acquisizione di Manitowoc Marine Group. Nel 2014 avviene il suo ingresso in CDP, società partecipata in larga misura dal Ministero dell'Economia e delle Finanze: in quell'anno Fabrizio Palermo riceve l'incarico di Direttore Finanziario del Gruppo, a cui segue, nel 2018, la nomina ad Amministratore Delegato e successivamente Direttore Generale. Sotto la sua gestione, il Gruppo ha lanciato il Piano Industriale 2019-2021, che prevede investimenti per un totale di circa 200 miliardi di euro, e ha avviato attività in ambito internazionale, come quella attuata con Unicredit e finalizzata all'internazionalizzazione delle aziende italiane presenti in Cina. La sua visione manageriale ha inoltre condotto CDP al conseguimento di riconoscimenti di rilievo, tra cui il Top Employers Italia nel 2019 e nel 2020. Tra i suoi incarichi correnti, dal 2017 Fabrizio Palermo è Membro della Commissione Italo-Francese per il progetto di alleanza tra Fincantieri e Naval Group.
venerdì 8 maggio 2020
Fabrizio Palermo, alla guida di Cassa Depositi e Prestiti, conferma il sostegno all’Italia. Buoni i segnali anche da parte degli investitori.

"Con l'emissione del nuovo Covid-19 Social Response Bond, CDP conferma la propria vicinanza al Paese in un momento di grande difficoltà": lo ha dichiarato l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo in una recente nota.
Fabrizio Palermo, amministratore delegato cdp

Fabrizio Palermo: CDP al fianco dell'Italia

Per uscire dal grave momento di crisi che stiamo vivendo, il Paese ha bisogno del supporto di tutti, di azioni sinergiche, di collaborazione. Non si tirano indietro Cassa Depositi e Prestiti e l'Amministratore Delegato Fabrizio Palermo, che ha di recente rilasciato una nota nella quale esprime tutta la sua determinazione nell'affiancare l'Italia verso la ripartenza. "Con l'emissione del nuovo Covid-19 Social Response Bond", ha dichiarato l'AD, "CDP conferma la propria vicinanza al Paese in un momento di grande difficoltà. Grazie a questa operazione, CDP supporterà ulteriormente imprese e pubblica amministrazione, in un'ottica di rafforzamento della loro capacità di risposta alla situazione di crisi in atto e di rilancio". Fabrizio Palermo ha inoltre sottolineato come la crescente attenzione da parte degli investitori verso iniziative ad alto impatto sociale e ambientale sia ormai evidente: si tratta di segni positivi, rinnovate speranze e voglia di fare per il futuro del Paese.

La carriera di Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo è Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti dal 2018. È inoltre Amministratore Delegato di CDP Reti S.p.A., membro del Consiglio di Amministrazione di Fincantieri S.p.A. e Co-presidente del Business Forum Italia-Cina. In seguito alla laurea in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma, inizia la sua carriera nel 1995 nella Divisione Investment Banking di Morgan Stanley, a Londra. Dal 1998 è consulente strategico in McKinsey: si specializza in operazioni di risanamento, trasformazione e rilancio di grandi gruppi industriali e finanziari. Nel 2005 passa a Gruppo Fincantieri con l'incarico di Direttore Business Development e Corporate Finance. In seguito diventa Chief Financial Officer e Vice Direttore Generale. Dal 2014 al 2018 Fabrizio Palermo è Chief Financial Officer e Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari presso CDP. Tra i vari impegni, dal 2017 fa parte della Commissione Italo-Francese per il progetto di alleanza tra Fincantieri e Naval Group, con l'obiettivo di creare un leader della cantieristica a livello europeo.
giovedì 16 aprile 2020
CDP, l’AD e DG Fabrizio Palermo: “La forza del risparmio che raccogliamo da 170 anni, grazie agli italiani, aiuta il Paese a crescere e a rialzarsi, a sostenere le imprese, i territori e le comunità. Un valore enorme che ci darà la spinta per ripartire”.

CDP approva il bilancio 2019 e lancia nuove misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza Coronavirus: la sfida ora è ripartire, l'AD e DG Fabrizio Palermo ribadisce il sostegno del Gruppo al Paese e alle sue imprese.
Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo: nuove misure eccezionali di CDP a sostegno di imprese ed enti locali

"La più vasta operazione di rinegoziazione dei mutui realizzata negli ultimi anni": è la risposta di CDP all'emergenza Covid-19. È l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo a parlare delle misure straordinarie approvate lo scorso 2 aprile dal Consiglio di Amministrazione: "Il Gruppo sta continuando, di concerto con il Mef, a sostenere con misure eccezionali le imprese, la pubblica amministrazione e lo sviluppo infrastrutturale. Dopo i 17 miliardi già messi in campo, abbiamo deliberato ulteriori interventi straordinari che andranno a liberare 1,4 miliardi di euro in favore di 7.200 enti pubblici e a rendere subito disponibili 2 miliardi di euro per le esigenze di liquidità delle imprese di media e grande dimensione". Iniziative che confermano quanto espresso in più occasioni dall'AD e DG Fabrizio Palermo: il legame storico di CDP con i territori e il suo ruolo di partner chiave della Pubblica Amministrazione.

Fabrizio Palermo: il 2019 di CDP, risultati molto positivi e ritorni importanti per gli azionisti

Lo scorso 2 aprile sono stati inoltre approvati dal Consiglio di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti il progetto di Bilancio d'esercizio, il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2019, la dichiarazione consolidata di carattere non finanziario 2019 del Gruppo CDP e il primo Bilancio di sostenibilità. "Con il 2019 si è concluso il primo anno di Piano industriale 2019-2021 con risultati finanziari molto positivi e importanti ritorni per i nostri azionisti" ha sottolineato in merito l'AD e DG Fabrizio Palermo che li ha illustrati. "Nel 2019 il nostro impegno è stato quello di mettere a terra iniziative sistemiche che segnano un importante cambio di passo nel supporto che CDP può dare al Paese" ha aggiunto l'AD. Un impegno confermato anche dalle misure eccezionali promosse in queste settimane per fronteggiare l'emergenza: "La forza del risparmio che raccogliamo da 170 anni, grazie agli italiani, aiuta il Paese a crescere e a rialzarsi, a sostenere le imprese, i territori e le comunità". Per Fabrizio Palermo rappresenta "un valore enorme che, anche questa volta, ci darà la spinta per ripartire".
mercoledì 25 marzo 2020
Export e internazionalizzazione: le misure di Cassa Depositi e Prestiti per sostenere le imprese italiane anche a fronte dell’emergenza coronavirus nelle parole dell’AD e DG Fabrizio Palermo.

Il piano di Cassa Depositi e Prestiti per sostenere le imprese: l'AD e DG Fabrizio Palermo parla delle misure in atto per sostenere le realtà imprenditoriali investite dall'emergenza Coronavirus.
Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo: CDP rafforza il proprio impegno al fianco delle imprese nell'emergenza Coronavirus

Sostenere le imprese colpite dall'emergenza Coronavirus. È l'impegno annunciato dall'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo, in occasione della riunione del 3 marzo con i vertici di Sace, Simest e Cdp Venture Capital per la presentazione del piano straordinario 2020 per il Made in Italy. Il Gruppo si è detto "fortemente focalizzato" sul supporto alle imprese soprattutto per quanto riguarda i temi dell'export e della internazionalizzazione. L'AD e DG Fabrizio Palermo ha ricordato le misure già in parte messe in atto sul fronte "coronavirus": l'erogazione di risorse per un miliardo a favore delle imprese nonché il differimento delle rate dei mutui delle pubbliche amministrazioni, in scadenza nel 2020, nelle zone maggiormente interessate dall'emergenza. Anche Sace e Simest delibereranno "a breve" una serie di interventi di moratoria sulla loro operatività verso imprese operanti nelle "zone rosse" in linea con il sistema bancario, oltre a ulteriori linee di garanzie a favore di acquirenti esteri per favorire le esportazioni italiane.

Fabrizio Palermo: misure a sostegno dell'export e dell'internazionalizzazione delle imprese del Paese

L'AD e DG Fabrizio Palermo ha quindi sottolineato l'impegno di Cassa Depositi e Prestiti per ogni possibile linea di intervento nel supportare le imprese: il sostegno all'innovazione con il lancio del nuovo Fondo nazionale innovazione; il lancio dell'Export basket bond (da 500 milioni) finalizzato a incentivare la crescita con iniziative di formazione all'export per le aziende e il lancio di un portale unico per illustrare alle aziende i vari strumenti a loro disposizione; una maggiore facilità di accesso al credito per le aziende con gli accordi di filiera nei settori aerospaziale, agroalimentare, difesa e ingegneria; uno sviluppo crescente della cooperazione internazionale che può fungere da ulteriore leva di sviluppo all'estero per le aziende del Paese. In merito, l'AD Fabrizio Palermo ha specificato inoltre come il sostegno all'export e all'internazionalizzazione delle aziende rappresenti "una leva di sviluppo importante per il Paese". È quindi necessario mettere in campo tutte le misure possibili in grado di rafforzare il supporto all'export non solo delle grandi aziende, ma soprattutto per le PMI e le Mid-Cap. Infine l'AD e DG di CDP ha ringraziato il governo per aver annunciato il rifinanziamento del fondo 394, gestito dalla controllata Simest, istituito a supporto dell'internazionalizzazione delle PMI.
martedì 28 gennaio 2020
A Scandicci arriva Yves Saint Laurent: grazie all’operazione tra il marchio e Fabrizio Palermo, Cdp si occuperà della riqualificazione del Palazzo delle Finanze, sede del futuro hub del gruppo francese.

Con 28,5 milioni, Cassa Depositi e Prestiti, guidata da Fabrizio Palermo , investe nella riqualificazione urbana del Palazzo delle Finanze di Scandicci: l'immobile sarà il nuovo hub della moda di Yves Saint Laurent.
Fabrizio Palermo

Operazione Yves Saint Laurent - Cdp, Fabrizio Palermo: "Progetto di riqualificazione dall'alto valore sociale"

Dal 2022 Palazzo delle Finanze di Scandicci diventerà l'"Atelier Maroquinerie" di Yves Saint Laurent: la nota casa di moda entrerà nell'edificio dopo la riqualificazione urbana ad opera di Cassa Depositi e Prestiti, che investirà nel progetto 28,5 milioni di euro. "Con impegno e competenza Cdp - ha spiegato Fabrizio Palermo, AD del Gruppo - ha scelto di investire insieme a Yves Saint Laurent su un progetto di riqualificazione dall'alto valore sociale, lavorando in collaborazione con l'amministrazione comunale di Scandicci". Il contratto di locazione tra il marchio del Gruppo Kering e Cdp durerà 27 anni: l'immobile, posseduto dal Gruppo italiano, è composto da due edifici con una superficie di circa 28.700 mq. Costruito tra il 1991 e il 1994 per ospitare il Centro del Ministero delle Finanze per la gestione dei modelli 740, il Palazzo non è mai stato terminato: da qui il compito di Cdp che si occuperà delle attività di riqualificazione e riconversione necessarie a rendere il complesso immobiliare adatto al nuovo locatario. Oltre alla valorizzazione e al riuso degli elementi esistenti, anche l'area esterna dell'immobile subirà importanti interventi, tra i quali il rifacimento del tratto di strada pubblica che dà accesso al palazzo, e la realizzazione di parcheggi e di aree verdi. "Un edificio da anni inutilizzato - ha dichiarato il sindaco di Scandicci Sandro Fallani - tra pochissimo tempo rappresenterà un'eccellenza mondiale della pelletteria di lusso, della creatività, del lavoro, la rinascita di quest'area è la prova che quando tutti lavoriamo con un impegno comune il nostro paese è capace di fare grandi cose, e di vincere qualsiasi condizione di degrado". "Saint Laurent riconosce da anni le competenze artigianali e manageriali offerte dall'area di Scandicci: con il nuovo Atelier Maroquinerie - ha spiegato Francesca Bellettini, AD del marchio - conferma ulteriormente l'importanza di questo territorio per il proprio successo. Investire sulla qualità del prodotto, sulle persone e l'innovazione è fondamentale per consolidare ulteriormente la nostra riconoscibilità nel settore e per il raggiungimento dei nostri ambiziosi obiettivi futuri". L'operazione ha tra gli obiettivi quello di creare opportunità di sviluppo e di competitività: "Prosegue l'impegno di Cassa Depositi e Prestiti per la valorizzazione del territorio - ha concluso Fabrizio Palermo - attraverso iniziative di trasformazione urbana, capaci di donare alla collettività spazi innovativi, funzionali e sostenibili. Anche così si promuove il futuro e si sostiene la crescita del nostro Paese".

Da Morgan Stanley alla guida di Cdp: la carriera di Fabrizio Palermo

Nato a Perugia, classe 1971, Fabrizio Palermo si laurea in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma. La sua carriera inizia a Londra nel 1995 come analista finanziario per la divisione investment banking di Morgan Stanley. Tre anni dopo la svolta: arriva alla McKinsey, nota società di consulenza, dove resta fino al 2005 e si specializza in ristrutturazioni aziendali. Successivamente ricopre il ruolo di Chief Financial Officer per Fincantieri S.p.A.: è solo il primo incarico di un percorso che lo vedrà Vicedirettore Generale dal 2011 al 2014. Entra quindi in Cassa Depositi e Prestiti come Direttore Finanziario fino al 2018, anno della nomina ad Amministratore Delegato e Direttore Generale. Nella sua carriera Fabrizio Palermo è stato nel cda di Fincantieri Usa Inc., Vard Group As e Vard Holdings Limited: attualmente è membro del Comitato Investitori del Fondo Atlante, lanciato per salvare le banche in difficoltà.
giovedì 12 dicembre 2019
Continua l’attuazione del nuovo piano industriale di CDP: Fabrizio Palermo inaugura la sede di Napoli e assicura sinergia con imprese e istituzioni locali
Fabrizio Palermo, AD e DG Cassa Depositi e Prestiti

CDP apre a Napoli, Fabrizio Palermo:" Segno di vicinanza a tutto il Sud"

Dopo Verona e Genova è il turno di Napoli: il 29 novembre Cassa Depositi e Prestiti ha infatti ufficialmente aperto la nuova sede della società nel capoluogo partenopeo, confermando la "vocazione territoriale" del nuovo piano industriale presentato a fine 2018. "A livello territoriale questo è il terzo ufficio di nuova generazione che stiamo aprendo - ha commentato Fabrizio Palermo - che per noi è un segno tangibile di vicinanza non solo alla Campania, ma a tutto il Sud". Le parole dell'AD evidenziano l'importanza che CDP vuole dare al Mezzogiorno e in generale a tutto il tessuto urbano nazionale: "Le prossime aperture saranno appunto a Bari e a Palermo: per noi una presenza territoriale significa riavvicinarsi al territorio, ovvero alle imprese, agli enti pubblici e alle infrastrutture in generale, ma chiaramente portando anche tutto il nostro sistema di relazioni con le nostre partecipate". La presenza di CDP sia a Napoli che negli altri capoluoghi italiani non sarà di rappresentanza ma operativa a tutti gli effetti: garantirà infatti assistenza a imprese e pubblica amministrazione grazie alla fornitura di servizi di consulenza, progettazione e programmazione per la realizzazione di opere pubbliche e private. Per la società sarà dunque possibile rispondere concretamente ad uno degli altri temi affrontati dalla nuova strategia di CDP, l'accesso al finanziamento per le imprese: "Anche il nostro impegno finanziario sta aumentando, sia sul segno dell'export che di finanziamenti indiretti, e recentemente abbiamo firmato un accordo importante col Gruppo UBI per concedere finanziamenti a livello locale alle aziende". Oltre alle imprese del territorio campano, tra le quali la società annovera già diverse importanti partecipate come Fincantieri, Snam e Terna, CDP coinvolgerà anche le amministrazioni locali, mantenendo tuttavia salda l'ottica privata degli investimenti: "CDP non lo definirei un intervento pubblico - specifica Fabrizio Palermo - ma un sostegno allo sviluppo di questa importante Regione in una logica privata, perché ricordo che noi amministriamo il risparmio dei correntisti e dei sottoscrittori di buoni e libretti postali: siamo un soggetto che in un certo senso è a cavallo tra mondo privato e istituzioni, e riteniamo che questo connubio sia una formula molto efficace per sostenere lo sviluppo del territorio".

Imprese e innovazione: CDP, guidata da Fabrizio Palermo, punta su un Fondo da 1 mld

Nel nuovo piano industriale di Cassa Depositi e Prestiti, primo operatore nel venture capital in Italia, viene affrontata un'altra criticità estremamente rilevante per il futuro del Paese: i bassi investimenti in innovazione e sviluppo delle imprese italiane, che pesano in percentuale sul Pil per l'1,3% a fronte di una media Ue quasi del doppio. Per questo a novembre Fabrizio Palermo, in occasione dei 170 anni della società, ha annunciato un Fondo Innovazione da 1 miliardo: "Una nuova spinta che vuole fare leva su innovazione, inclusione e sostenibilità con un approccio del tutto nuovo, basato su un rapporto più solido con il territorio, sulla volontà di fare rete e sulle competenze finanziarie e industriali che rendono CDP un'istituzione unica nel contesto nazionale". Con le nuove sedi e il conseguente riavvicinamento ai territori, gli investimenti nelle infrastrutture e il nuovo Fondo, CDP ha tutte le carte in regola per assumersi la responsabilità dell'innovazione tecnologica del Belpaese.
mercoledì 4 dicembre 2019
“Cassa Depositi e Prestiti da 170 anni sostiene e investe nel nostro Paese”: l’AD e DG Fabrizio Palermo alle celebrazioni per inaugurare il 170° anno di attività del Gruppo.

L'AD e DG Fabrizio Palermo a Roma inaugura il 170° anno di attività di Cassa Depositi e Prestiti: oggi come allora la vicinanza al territorio è fondamentale per essere prossimi alle imprese e alle comunità locali.
Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo: le celebrazioni per i 170 anni di Cassa Depositi e Prestiti

Il 170° anno di attività di Cassa Depositi e Prestiti è stato inaugurato lo scorso 18 novembre all'ex Poligrafico di Roma. Nel suo intervento, l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo ha sottolineato come nel corso della sua storia la missione di CDP sia rimasta la stessa, così come i motivi ispiratori che ne hanno guidato l'evoluzione nel corso della storia. E ora CDP guarda avanti, all'avvio di nuove iniziative, ad accelerare sul fronte dell'innovazione dove "siamo il primo operatore nel venture capital in Italia, con più di 200 startup supportate". Non basta però: "Siamo pronti con il Fondo Nazionale Innovazione con una dotazione di ben 1 miliardo di euro" ha annunciato Fabrizio Palermo. "Creeremo un collegamento strutturato tra idee innovative e imprese" ha spiegato l'AD evidenziando come il Gruppo già partecipi "direttamente e indirettamente oltre 500 aziende in tutte le filiere". E "questo porterà ad un vero e proprio cambio di passo nell'innovazione dei vari settori industriali".

170 anni di CDP: il futuro del Gruppo nelle parole dell'AD e DG Fabrizio Palermo

"CDP investe nelle infrastrutture strategiche del Paese e il nostro obiettivo è creare un sistema di infrastrutture efficienti" ha affermato Fabrizio Palermo nel suo intervento all'evento per i 170 anni di attività del Gruppo a cui ha preso parte anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Puntiamo a fare sistema favorendo il dialogo tra le nostre eccellenze produttive, generando iniziative imprenditoriali innovative e sinergie commerciali e industriali anche all'estero" ha aggiunto l'AD citando a riprova la "collaborazione con Eni, Snam, Terna e Fincantieri per lo sviluppo di progetti per la produzione di energie pulite da moto ondoso, da rifiuti e da fotovoltaico". Un'altra testimonianza di questo nuovo approccio riportata da Fabrizio Palermo è la Cdp Academy: "Il primo caso di Academy trasversale ai vari settori industriali, con manager del Gruppo".
martedì 8 ottobre 2019
Italia-Cina, il Forum PMI di Tianjn promuove collaborazione finanziaria e industriale tra i due Paesi: la partecipazione di Fabrizio Palermo, AD e DG di CDP e Presidente del Business Forum Italia-Cina.

Le imprese italiane in Cina possono contare su un sostegno sempre maggiore: l'AD di CDP Fabrizio Palermo, Presidente del Business Forum Italia-Cina (BFIC), è a Tianjin per i lavori del Forum dedicato alle PMI.
Fabrizio Palermo, direttore generale cassa depositi e prestiti

BFIC: aL Forum PMI di Tianjin il Presidente Fabrizio Palermo, AD e DG di CDP

L'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo ha preso parte ai lavori del Forum PMI, organizzato nell'ambito. Un'occasione, come riporta la società in una nota, "per sottolineare il ruolo di CDP nello sviluppo della collaborazione finanziaria e industriale fra Italia e Cina e per promuovere nuove opportunità di business per le piccole e medie imprese, alla luce dell'ampio potenziale offerto dal mercato cinese". Il sostegno alle imprese, soprattutto PMI, è infatti un'attività chiave per il gruppo: lo confermano anche gli 83 miliardi di euro stanziati in questa prospettiva nel Piano Industriale per il triennio 2019-2021. L'iniziativa si svolge a cinque anni dall'istituzione del BFIC: fondato nel 2014 dai Governi Italiano e Cinese per promuovere le relazioni economiche tra i due Paesi, l'organismo è presieduto attualmente da Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di CDP, e da Liu Liange, numero uno di Bank of China.

Fabrizio Palermo: attività e investimenti di Cassa Depositi e Prestiti in Cina

"Il sostegno alle imprese italiane che operano in Cina vuole essere sempre maggiore" ha sottolineato Fabrizio Palermo a Tianjin. A oggi CDP annovera in Cina partecipazioni dirette o indirette in oltre 60 società: nell'insieme generano oltre 3 miliardi di euro di fatturato e gestiscono circa 50 impianti produttivi e uffici nelle principali città del Paese. Non solo: forte del suo ruolo di catalizzatore di risorse di investitori esteri, il gruppo ha attratto ad oggi oltre 2,5 miliardi di euro di investimenti cinesi in società partecipate. Al contempo, come si legge nella nota diffusa dalla società, il Polo dell'Export attraverso SACE e Simest sostiene le imprese italiane con un portafoglio completo di finanziamenti, garanzie ed equity al fine di incentivarne innovazione, competitività e crescita. Sul fronte della raccolta, invece, risale allo scorso luglio l'emissione del primo "Panda Bond" da 1 miliardo di Renminbi: CDP, che Fabrizio Palermo guida dal 2018 nel ruolo di AD e DG, è il primo emittente italiano, nonché il primo Istituto Nazionale di Promozione dell'UE, ad emettere obbligazioni in valuta locale. Ammonta a circa 393 milioni di Renmimbi, equivalenti a 50 milioni di euro, il primo finanziamento in valuta locale concesso dal gruppo a favore della cinese Deutz Fahr Machinery Co. Ltd., controllata dall'italiana SDF, utilizzando la liquidità proveniente dall'emissione del Panda Bond.