Visualizzazione post con etichetta Luiss. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Luiss. Mostra tutti i post
mercoledì 4 settembre 2019
L’Università Luiss Guido Carli e il Direttore Generale Giovanni Lo Storto promuovono “Percorsi Assisi”, il corso di studi per giovani universitari e neolaureati.

"Serve un apprendimento che metta al centro la persona, la riflessione, la compostezza anche attraverso la lentezza": è il commento di Giovanni Lo Storto, Direttore Generale dell'Università Luiss, in occasione della presentazione del nuovo corso di studi ispirato a San Francesco.
Giovanni Lo Storto

Giovanni Lo Storto: "Ciò che manca oggi è l'allenamento alla lentezza"

"Contaminazione": è questa la parola chiave di "Percorsi Assisi", un percorso di studi ispirato alla filosofia francescana e alla vita di San Francesco. Il progetto è stato ideato e promosso dal Sacro Convento e dall'Istituto Teologico di Assisi in collaborazione con le Università Luiss Guido Carli di Roma, Alma Mater di Bologna, Politecnico di Milano e Federico II di Napoli. Le lezioni si svolgeranno dal 31 agosto all'8 settembre presso il Sacro Convento di San Francesco. Il percorso di studi è stato presentato il 19 giugno presso la sede della Luiss: era presente anche il Direttore Generale dell'Ateneo, Giovanni Lo Storto. Il DG ha sottolineato con entusiasmo l'intenzione del corso: riportare l'individuo al centro per ispirare manager e intellettuali di domani all'apertura, al dialogo, al rispetto dell'ambiente: "Il tempo che viviamo, con la sua frenetica rincorsa alla velocità del progresso a tutti i costi, ci impone di rallentare e ragionare sul valore che creiamo con le nostre azioni. Ciò che oggi manca è l'allenamento alla lentezza". Il corso è rivolto a universitari e neolaureati interessati a uno studio più incentrato su una visione olistica, positiva e francescana del mondo: i valori fondanti sono lo stupore di fronte al reale, la cura dell'ambiente, l'accoglienza, la condivisione e si andranno ad affiancare agli studi economici, di politologia, teologia e ingegneria. Le ore di studio saranno intervallate da momenti dedicati alla riflessione personale, camminate nella natura e visite alle aziende del territorio. "Serve un apprendimento che metta al centro la persona, la riflessione, la compostezza dell'apprendimento anche attraverso la lentezza", ha spiegato Giovanni Lo Storto. "Tutto questo per passare da un mondo che guarda con molta attenzione alla velocità degli algoritmi a uno che possa trarre nuova ricchezza direttamente dalla persona e dagli "androritmi".

Giovanni Lo Storto: la figura professionale

Giovanni Lo Storto è originario di Troia, in provincia di Foggia. In seguito alla maturità scientifica, si aggiudica una borsa di studio e si laurea in Economia. Dopo le prime esperienze professionali, si avvicina al mondo accademico prima come assistente, poi come professore a contratto di Economia e Gestione delle Imprese di Assicurazione. Inizia così un percorso che lo porterà ai vertici di Luiss e all'attuale incarico di Direttore Generale. Attualmente, tra gli altri impegni, fa parte del Consiglio di Amministrazione della rivista Internazionale, della rivista Formiche e delle Fondazioni Gerardo Capriglione e Bruno Visentini. Da maggio 2018 è Consigliere di Amministrazione indipendente di Pirelli & C. S.p.A. Giovanni Lo Storto è Co-founder dell'acceleratore d'impresa LuissEnLabs. Nel settore dell'editoria, ha curato l'edizione italiana del libro "Jugaad Innovation" ed è autore del libro "Ero studente. Il desiderio di prendere il largo" (Rubbettino, 2017).
martedì 13 febbraio 2018
La partnership tra Terna e Luiss si arricchisce di ulteriori progetti: l’obiettivo è portare valore al Paese supportando la crescita dei talenti più meritevoli, come spiega l’AD Luigi Ferraris in un suo intervento.

Terna e Luiss per la crescita dei giovani talenti: l'intervento dell'AD Luigi Ferraris

Luigi Ferraris, AD TernaDopo "Milano Luiss Hub", Terna e l'Università Luiss segnano un'ulteriore tappa nel percorso di cooperazione intrapreso insieme lo scorso anno. In occasione dell'evento di presentazione di due nuovi progetti formativi avviati congiuntamente dall'operatore di reti per la trasmissione di energia e dall'ateneo, l'Amministratore Delegato Luigi Ferraris ha ribadito che "la promozione di un sistema di collaborazione reciproca tra azienda e università è uno stimolo fondamentale per lo sviluppo del Paese e un modo per crescere, insieme, in maniera sostenibile". È questo il fulcro delle importanti iniziative nate dall'impegno delle due realtà: "Il Future Project Leaders rivolto ai giovani talenti già presenti in Azienda e l'International Training Program rivolto a brillanti studenti di Ingegneria e/o Economia provenienti da università straniere". Il primo è finalizzato a individuare e preparare i "futuri Project CEO di Terna, managers capaci di gestire un progetto complesso nella sua totalità, partendo dalle tecniche di stakeholder engagement fino alla gestione dei financial di progetto, passando per la gestione del team e così via". Si tratta di un'importante opportunità di carriera per le risorse di Terna motivate a intraprendere un percorso formativo di elevata qualificazione professionale ed interfacciarsi con un contesto internazionale. Il secondo progetto, come ha spiegato Luigi Ferraris, è pensato per gli studenti di Ingegneria ed Economia provenienti da Paesi extra-europei dove il gruppo opera, in particolare il Sud America: l'obiettivo è quello di selezionare due o tre risorse all'anno tra quanti devono completare l'ultimo anno di studi, per offrire loro l'occasione di entrare in contatto con la cultura italiana e i valori del gruppo. Oltre al programma didattico, sono previsti due tirocini in azienda.

Terna: il ritratto professionale di Luigi Ferraris, AD e DG del gruppo

Terna
Da maggio 2017 Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris si è laureato in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi di Genova. È nel settore auditing di PriceWaterhouse che avvia il proprio percorso professionale: successivamente collabora con alcune realtà affermate a livello internazionale come Piaggio VE, Agusta, Sasib Beverage. Nel 1998 diventa Chief Financial Officer (CFO) di Elsacom, società del Gruppo Finmeccanica. Terminata questa esperienza, entra in Enel, dove resta per quindici anni, arrivando a ricoprire incarichi di crescente responsabilità, tra cui Chief Financial Officer del gruppo (2009-2014), Presidente di Enel Green Power, Responsabile dell'Area America Latina e Amministratore Delegato della controllata cilena Enersis. Ferraris ha inoltre operato nei Board di alcune importanti società del Gruppo, tra cui la controllata Endesa SA. Chief Financial Officer di Poste Italiane tra febbraio 2015 e aprile 2017, ne ha guidato il processo di privatizzazione e quotazione in Borsa. Luigi Ferraris è inoltre attivo in ambito accademico. Docente di "Energy management" presso il Master in Business Administration, tiene corsi di "Strategie d'impresa", "Planning and Control" e "Sistemi di controllo di Gestione" per conto della Luiss Guido Carli.